In tendenza

Al Teatro Greco il Miles Gloriosus. Il regista e l’attrice Giulia Fiume raccontano la sfida di mettere in scena un esercito al femminile

Miles gloriosus è una rappresentazione teatrale che si svolge in un campo militare particolarmente indisciplinato, vivace e rumoroso

Un esercito di donne per il “Miles Gloriosus”, la commedia di Plauto in scena per la prima volta al Teatro Greco di Siracusa dal 13 al 29 giugno, con la regia di Leo Muscato, nella traduzione di Caterina Mordeglia e con una strepitosa Paola Minaccioni nel ruolo del soldato fanfarone. Ad affiancare Paola Minaccioni, tra le altre, anche Giulia Fiume, attrice siciliana nota per la sua carriera nel mondo della TV, ma che afferma: “Il teatro è il primo amore“.

“Miles Gloriosus” è una rappresentazione teatrale ambientata in un campo militare particolarmente indisciplinato, vivace e rumoroso. A capo di questo campo atipico si trova Pirgopolinice, il soldato vanaglorioso che, sin dai tempi di Plauto, ha ispirato numerosi personaggi simili nel corso della storia.

Sarà una commedia con molti spunti di riflessione, a partire dal concetto di “uomo narcisista”. “Nello spettacolo – spiega Leo Muscato – si vedrà come il bullizzante può essere il vero bullizzato”.

Quelle che andranno in scena saranno anche le fragilità di tutti, che prenderanno forma con la forza della parola in un contesto che parla di storia e umanità.

“Miles Gloriosus” si alternerà fino al 29 giugno con “Fedra (Ippolito portatore di corona)” di Euripide, spettacolo diretto da Paul Curran nella traduzione di Nicola Crocetti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni