In tendenza

Anche a Rosolini nasce la sezione del movimento Idea

Spada: “Vogliamo restituire un ruolo centrale alla zona sud

A Rosolini è nata la sezione di Idea, il movimento politico che da mesi si sta strutturando su tutto il territorio provinciale e continua ad accogliere cittadini di tutte le fasce di età, determinati a dare il proprio contributo per determinare un cambiamento rispetto al passato.

Nell’ultima assemblea, alla presenza del coordinatore provinciale Tiziano Spada e del sindaco di Floridia Marco Carianni, sono stati definiti i ruoli interni: Antonio Giannone è il nuovo coordinatore, Gioacchino Micieli il portavoce e Ornella Bonomo la tesoriera.

Con la costituzione di Idea a Rosolini completiamo aggiungiamo un altro tassello all’interno della zona sud della provincia siracusana – ha detto Tiziano Spada -. A breve inaugureremo i circoli di Avola e Portopalo, mentre già nelle passate settimane abbiamo presentato le realtà di Pachino e Noto. Nei prossimi giorni, inoltre, andremo a definire gli organismi nei comuni di Solarino e, nella zona nord, di Lentini, Carlentini e Francofonte. IDEA in questi mesi sta portando avanti un’azione di ascolto all’interno delle singole realtà locali. I comuni della zona sud riscontrano maggiori problematiche non solo da un punto di vista generale, come tanti comuni siciliano, e si trovano ormai da troppo tempo relegati la periferia della provincia. Niente di più sbagliato: oltre ad avere un potenziale enorme dal punto di vista turistico, infatti, hanno grandi capacità di sviluppo dell’agricoltura e fungono da collegamento con la provincia di Ragusa. Il nostro obiettivo è restituire loro un ruolo centrale”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il neo coordinatore Antonio Giannone. A Rosolini, come nel resto della provincia, l’obiettivo di Idea è coinvolgere i giovani e creare presupposti per lo sviluppo di progetti per il territorio.

Ringrazio, a nome di ciascun componente della sezione di Rosolini, Tiziano Spada, Marco Carianni e tutti gli amici della provincia per averci coinvolti all’interno del progetto Idea – le parole di Giannone -. Il gruppo che da poco è stato costituito a livello provinciale e regionale, pur non identificandosi mai con un nome preciso, lavora in maniera sinergica da anni sul territorio. L’ambizione che Idea si pone anche a Rosolini è quella di creare un clima inclusivo intorno al dibattito amministrativo affinché i giovani possano esaminare sempre più da vicino le vicende che riguardano la nostra città. Il fine, condiviso già con i vari coordinatori delle altre città, è di privilegiare l’unità collegiale piuttosto che radicarsi solamente all’interno del proprio comune di residenza. La singolarità del nostro territorio, già multiculturale per eccellenza, ci impone di dover avere uno sguardo d’insieme sempre più ampio, e di avere altresì la capacità di cogliere in maniera sinergica le necessità dei singoli. Ritengo che momenti di dibattito, arricchiti da visioni di persone provenienti da diverse zone della provincia, siano la chiave di volta per annullare le distanze. Sul territorio rosolinese stiamo già lavorando a una serie di attività, con l’obiettivo di condividere le idee per la co-costruzione di progetti e iniziative”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo