Arrestato Per Spaccio Nelle Palazzine Di Floridia

Ieri i Carabinieri hanno arrestato Galota Salvatore, classe 1956.
Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: questa è l’accusa per la quale sono scattate le manette ai polsi del cinquantaduenne di Floridia, sorpreso dai militari della locale Tenenza con alcune dosi pronte per essere vendute agli acquirenti del suo mercato illegale.
Nella tarda serata di ieri, infatti, i militari dell’Arma stavano svolgendo uno dei tanti servizi di prevenzione sul territorio, finalizzati alla repressione dello spaccio di stupefacenti.

Invero, già da tempo stavano tenendo sotto controllo i movimenti nei pressi di alcune palazzine di Floridia, dove alcuni movimenti avevano fatto insospettire gli investigatori.
E l’intuizione pare aver dato i suoi buoni frutti: i militari che si stavano muovendo nell’area hanno intuito che forse era il momento giusto per intervenire quando hanno notato un’intensificarsi del via vai dall’abitazione del sospettato.
Presa la decisione, hanno bussato alla porta mentre l’ignaro proprietario di casa pensava forse che si trattasse dell’ennesimo cliente ed invece, aperta la porta, si è trovato di fronte l’uniforme dell’Arma.

Sgomento e preoccupazione, ma nessuna resistenza di fronte ai militari che iniziavano la perquisizione, scoprendo, quasi immediatamente, su un tavolo, due strisciate di cocaina con una banconota arrotolata accanto: kit completo e tipico che ha fatto ritenere ai militari che vi fosse altro, tanto da continuare la perquisizione fino a quando “altro” è uscito.

Ben occultate, all’interno di una confezione di aspirine, sono state rinvenute ulteriori 6 dosi di cocaina. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato dai militari che hanno anche rinvenuto e posto sotto sequestro un ingente quantitativo di denaro, ritenuto dagli inquirenti il potenziale provento dell’attività illecita del soggetto.

Sono scattate così le manette ai polsi del Galota, già noto alle Forze dell’ordine anche per essere stato sottoposto dalle stesse alla Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.
Accompagnato dapprima presso la Tenenza di Floridia, è stato poi tradotto al carcere di Cavadonna, a disposizione della Procura di Siracusa che, nei prossimi giorni, provvederà alla convalida dell’arresto.

Un’operazione importante, questa, che ha consentito di interrompere un’attività illecita particolarmente grave per il contesto sociale, nella misura in cui lo spaccio di stupefacenti sul territorio insidia fasce anche molto giovani della popolazione.

Peraltro, l’operazione condotta, dimostra la grande attenzione dell’Arma aretusea, sul controllo di quei soggetti socialmente pericolosi, ai quali sono applicate misure di sicurezza proprio con lo scopo di limitarne le potenzialità criminali, sottoponendoli poi ad un costante monitoraggio, ad opera dei diversi Reparti dipendenti dal Comando Provinciale di Siracusa, retto dal Colonnello Mennitti.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo