Più guariti che nuovi positivi al covid in Sicilia, scendono i contagi in provincia di Siracusa

In tendenza

Augusta, picchia la sua compagna rompendole il naso e lo scafoide: arrestato

L'uomo nel frattempo, era fuggito e si era rifugiato a casa di una sua ex convivente, in atto sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari

Ieri, Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Augusta hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto, nei confronti di un uomo di 39 anni, per maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi ai danni della propria compagna, una donna di 38 anni.

L’arrestato causava alla donna una frattura delle ossa nasali, e varie gravissime contusioni ad alcuni organi interni, oltre alla frattura dello scafoide tarsale destro, con una prognosi di 45 giorni.

Gli investigatori del Commissariato, intervenuti a seguito dell’aggressione della donna nella sua abitazione, si mettevano sulle tracce del compagno della stessa che, nel frattempo, era fuggito e si era rifugiato a casa di una sua ex convivente, in atto sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’uomo, tenuto conto della gravità del fatto, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e condotto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nella Casa di Reclusione di Noto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo