In tendenza

Avola, atti persecutori contro la ex e “revenge porn”: divieto di avvicinamento nei confronti di un 56enne

La misura disposta dal Gip di Siracusa, su proposta della Procura, nei confronti di un uomo di 56 anni gravemente indiziato del reato di atti persecutori e di diffusione illecita di video sessualmente espliciti

Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Avola, in data 5 gennaio 2022, hanno eseguito la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla propria ex compagna, disposta dal Gip di Siracusa, su proposta della Procura, nei confronti di un uomo di 56 anni gravemente indiziato del reato di atti persecutori e di diffusione illecita di video sessualmente espliciti.

Gli elementi raccolti dai Poliziotti, infatti, hanno consentito di appurare che dopo la rottura della propria relazione sentimentale, l’uomo ha molestato la propria ex compagna con vari appostamenti e con pressanti messaggi istantanei, finendo anche per inviare, un video che ritraeva la donna in atti sessualmente espliciti, alla figlia di quest’ultima.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo