fbpx

Avola, settantenne si toglie la vita impiccandosi a una trave

L'uomo era sottoposto alla misura detentiva degli arresti domiciliari

Una terribile tragedia si è consumata due giorni fa nel quartiere “Fontana”. C.R., 70 anni, si è tolto la vita impiccandosi dentro uno stanzino ricavato sul terrazzo della propria abitazione.

Stando ad una prima ricostruzione fatta dai militari intervenuti, l’uomo, agli arresti domiciliari da un paio di anni, ha usato una scala, legato una corda a una trave di ferro e ha compiuto il gesto estremo impiccandosi. A trovare il corpo dell’uomo è stato il figlio, insospettito dalla prolungata assenza del genitore. Immediato l’allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione e la polizia di Stato. Per il settantenne, purtroppo, non c’era più nulla da fare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo