In tendenza

Bene campagna vaccinale e open day, ma a Siracusa Astrazeneca è come se non esistesse

Da giovedì a domenica all'hub di Siracusa sono state inoculate 2.646 dosi di Pfizer e appena 306 di Vaxzevria

Immagine generica di repertorio

L’Open day voluto dalla Regione Siciliana per le fasce over 60 e per i soggetti a “elevata fragilità” continua a dare una notevole spinta alla campagna vaccinale. Ma a dir la verità, è tutto merito di Pfizer.

Da giovedì 29 aprile a sabato primo maggio, su un totale di 65.118 prime dosi somministrate in Sicilia, il 66,52% (43.319) hanno riguardato persone, rientranti nei target attuali della campagna vaccinale, che hanno deciso di aderire all’Open day, dunque senza prenotazione. Nel target 60-69, i soggetti senza prenotazione sono stati il 63,67% (13.518 su 21.230). Nella fascia 70-79 anni, il 55,36% (10.820 su 19.544) di coloro che hanno ricevuto la prima dose dal 29 aprile al primo maggio lo ha fatto aderendo all’Open day. E ancora in quella over 80 la percentuale senza prenotazione è stata pari al 73,77% (5.243 su 7.107) del totale di coloro che hanno ricevuto la prima dose in questa fascia d’età nel fine settimana. Nell’arco dei tre giorni le somministrazioni complessive, tra prime e seconde dosi, sono state 90.554.

E a Siracusa? Ancora una volta è quasi come se Astrazeneca non esistesse, ma la campagna vaccinale prosegue bene e gli open day funzionano. All’hub di via Nino Bixio giovedì scorso sono stati effettuati 636 vaccini con Pfizer e 29 con Astrazeneca (238 persone non erano prenotate), venerdì 606 Pfizer e 70 Astra, sabato 624 Pfizer e 130 Astra, ieri lo stesso trend con 780 Pfizer e 77 Astrazeneca.

Da giovedì a ieri, quindi sono state inoculate 2.646 dosi di Pfizer e appena 306 di Vaxzevria. La Sicilia paga fino ad ora le forti resistenze nei confronti di AstraZeneca, per questo motivo il presidente della Regione Nello Musumeci nei giorni passati ha scritto al Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, generale Francesco Figliuolo, sottoponendogli anche l’esigenza di estendere la somministrazione del Vaxzevria (AstraZeneca) alla fascia 50-59 anni. Perché “non possiamo negare il vaccino a chi lo vuole (penso al mondo del lavoro), per tenerlo conservato nella speranza che venga utilizzato su una fascia di cittadini che, sia pure senza ragioni scientifiche – ha detto il presidente Musumeci – lo sta allontanando da sé. Dobbiamo certo sforzarci di convincere i riottosi, ma anche proseguire con i comparti produttivi. L’obiettivo resta lo stesso: fare più che possiamo prima dell’estate. L’estate… che in Sicilia è una risorsa di vita prima ancora che una stagione del calendario”.

E prosegue quindi a oltranza l’iniziativa “Porte aperte” per la vaccinazione anticovid anche senza prenotazione per le categorie che ne hanno diritto nel Centro vaccinale Hub di Siracusa dalle 9 alle 20 e nei punti vaccinali della provincia. L’iniziativa, promossa dal governo regionale con l’obiettivo di incrementare il numero delle somministrazioni, è rivolta, fino al limite della disponibilità di dosi giornaliere, a tutti i soggetti con più di 60 anni (classe 1961 compresa) e ai soggetti di ogni età appartenenti alla categoria prioritaria ad “elevata fragilità” così come indicato dal Piano vaccinale nazionale. Per questi ultimi basterà esibire un certificato rilasciato dallo specialista o dal medico di medicina generale comprovante la propria condizione di salute.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo