fbpx

Bloccato in Cina dal covid, esami a distanza per uno studente di Floridia

L'alunno Yu Qunjian, tornato in Cina a gennaio per motivi familiari, non è potuto rientrare nei tempi previsti

Gli esami conclusivi della scuola secondaria di primo grado quest’anno sono stati molto particolari a Floridia. Sono mancati gli abbracci e le lacrime dell’ultimo incontro con gli alunni, come ovunque, che gli insegnanti hanno visto crescere, maturare, cambiare nel corso di questi ultimi tre anni. Docenti e studenti si sono ritrovati ancora una volta davanti allo schermo di un computer, come hanno fatto ogni mattina in questi mesi di pandemia.

Eppure, anche una situazione anomala e per certi versi spiacevole può trasformarsi in un’occasione unica e coinvolgente, se viene vissuta con un atteggiamento positivo. È quello che è successo nei giorni dell’11 e 12 giugno nel II Istituto Comprensivo “Alessandro Volta” di Floridia: i docenti hanno sostenuto e rassicurato tutti gli alunni, anche chi sembrava irraggiungibile.

L’alunno Yu Qunjian, tornato in Cina a gennaio per motivi familiari, non è potuto rientrare nei tempi previsti, ma comunicando tramite i mezzi predisposti dalla didatti a distanza con i docenti, ha elaborato la propria tesina finale, il cui titolo “Un viaggio in Cina” appare quanto mai significativo. Collegandosi alla piattaforma (Jitsi Meet) che la scuola ha utilizzato, ha potuto svolgere il suo esame regolarmente e salutare professori e compagni in maniera serena.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo