Bomba carta inesplosa nel cofano della macchina dell’assessore Christian Bosco a Priolo Gargallo

"Fatti di questo genere - sottolinea il sindaco - ci fanno tornare in mente i momenti più bui della nostra Sicilia. La risposta delle Istituzioni deve essere forte"

Gianni e Bosco
Contenuto Promozionale

Una bomba carta inesplosa nel cofano della macchina dell’assessore Christian Bosco a Priolo Gargallo. È quanto avvenuto questa mattina e denunciato in una nota del sindaco Pippo Gianni, che a nome dell’amministrazione comunale condanna il gesto intimidatorio e auspica che la Procura di Siracusa e le Forze dell’Ordine facciano al più presto chiarezza su quanto accaduto, disponendo tutte le misure necessarie a proteggere sia lui sia le persone che gli stanno vicino.

“Fatti di questo genere – sottolinea – ci fanno tornare in mente i momenti più bui della nostra Sicilia. La risposta delle Istituzioni deve essere forte. Noi continueremo ad andare avanti per la nostra strada ed a portare avanti le nostre idee ed i nostri progetti. Non ci fermeremo neanche davanti alle bombe. Priolo non si piegherà mai”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni