fbpx

Buccheri, maiali scorrazzano in città. Caiazzo: “non il primo episodio, servono maggiori controlli” |Catturati

Un fenomeno quello del mancato controllo di animali, da parte degli allevatori che, nell’ultimo periodo, sta assumendo una certa rilevanza

Come ogni mattina risveglio tranquillo nel piccolo comune montano di Buccheri, se non fosse che questa volta, in pieno centro storico, a vagare indisturbati ci fossero 2 suini adulti. Un fenomeno quello del mancato controllo di animali, da parte degli allevatori che, nell’ultimo periodo, sta assumendo una certa rilevanza. Già qualche mese fa infatti si era verificata una scena simile all’altezza di Via G. Barile, anche lì in zona centrale.

Ed a questo si aggiungono le tantissime lamentele che i cittadini rivolgono alle forze dell’Ordine o all’amministrazione comunale poiché vedono invadersi giornalmente i propri appezzamenti di terreno da mandrie di bovini o, appunto, suini.  “L’ennesimo fatto grave – commenta il Sindaco Caiazzo – che fa emergere in tutta la sua drammaticità una mancanza di controllo del fenomeno che, di fatto, sta esasperando gli animi dei cittadini e sta generando, come in questo caso, parecchi problemi anche e sopratutto in termini di pubblica sicurezza;
ho più volte invitato le Forze dell’Ordine a porre maggiore attenzione al problema e ad intervenire per cercare quantomeno di attenuare il fenomeno, ma mi rendo conto che l’impegno risulta insufficiente e poco incisivo, anche perché i cittadini, il più delle volte, sono molto restii a denunciare gli eventuali sconfinamenti; ma nel caso specifico il discorso è ben diverso, poiché si tratta di proprietà pubblica”.

Vista la situazione il sindaco del comune montano ha deciso di rivolgersi al Prefetto di Siracusa, chiedendo un incontro per trovare una soluzione definitiva del problema “per tentare di stimolare maggiore fermezza e di ottenere un potenziamento di controlli del territorio – conclude -, al fine di reprimere definitivamente l’insano fenomeno del pascolo abusivo o del mancato controllo degli animali vaganti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo