Calcio a 5, l’Assoporto Melilli si gode la promozione: “un regalo enorme ai nostri tifosi”

La squadra ha raggiunto la matematica promozione in A2. Ma non è ancora finita. Sabato si va a Polistena: ora in gioco c’è l’imbattibilità

Assoporto Melilli promosso in A2. Un nuovo tassello nella storia della società di calcio a 5 che dopo il successo per 9-5 sul Cataforio ha potuto festeggiare a dovere l’approdo nella seconda serie nazionale di futsal. Il presidente Francesco Papale si è dichiarato “fiero ed orgoglioso di questa famiglia”, mentre Sergio Lamia ha parlatodi “umiltà, abnegazione e spirito di sacrificio le nostre armi” per il raggiungimento del risultato. Soddisfatto anche mister Bosco che ha definito i propri atleti “dodici leoni che non hanno mai mollato”.

Infine capitan Tarantola: “Grazie a tutti” I veri artefici della promozione. Parole al miele da parte di tutti per un successo nato dal basso e frutto di grande sacrifici, soprattutto da parte dei Papale e Lamia. I due hanno regalato a Melilli la A2 grazie anche a giocatori melillesi che hanno lottato e sofferto per la maglia. Uomini che lavorano di giorno e si allenano la sera, che pranzano con i panini: umiltà, sacrificio, unione e capacità nel saper gestire e tenere unito questo meraviglioso gruppo, figlio di uno sport vero e genuino.

È una pagina storica per Melilli e lo sport di questo territorio – sentenzia il presidente Francesco Papale. – Un regalo enorme che i ragazzi hanno fatto ai nostri tifosi. È il momento di festeggiare, godiamocelo. Sono fiero ed orgoglioso di questa grande famiglia”. Orgoglio condiviso da Sergio Lamia. ”Umiltà, abnegazione e spirito di sacrificio sono state le armi vincenti di questa straordinaria stagione. Ora pensiamo a concludere e onorare nel migliore dei modi il campionato”.

Stefano Bosco è stato il nocchiere di questo Assoporto trita-campionato. ”Come allenatore di questo gruppo fantastico non potevo chiedere di più. Dodici leoni in campo, che non hanno mai mollato e nonostante le difficoltà del momento hanno reagito con carattere, determinazione e attaccamento alla maglia. La più grande gioia da quando alleno”. Capitan Peppe Tarantola è una delle immagini emblematiche del trionfo dell’Assoporto. ”Da melillese doc sono fiero, non riesco a trattenere l’emozione e le lacrime per quella che è la pagina più importante vissuta dallo sport di Melilli. Grazie a tutti i miei compagni e a questo meraviglioso pubblico”. Ma non è ancora finita. Sabato si va a Polistena: ora in gioco c’è l’imbattibilità.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo