fbpx

Calcio a 5: Il Siracusa Si Ferma contro lo Sporting Peloro

Siracusa 2 – Sporting Peloro 3

Siracusa: De Souza, Floriddia, De Grande, Cataudella, Moretto, Bendia, Barboza, Planeta, Sotille, Baldini, Bianchini, Alescio. Allenatore Spadaro

Sporting Peloro Messina: Battiato, Bongiovanni, Fiorenza, Cento, Consolo, Hepp, Trombetta, Tomasello, Richichi, Alves, Bonatto, Ceraolo. Allenatore Rizzo.

Arbitri: Manglaviti di Reggio Calabria e Iuriano di Lamezia.
Cronometrista: Greco di Acireale
Reti: 7’43’’ e 18’10’’ Bianchini, 24’30’’ e 29’40’’ Richichi, 25’30’’ Consolo

In vantaggio di due reti a fine primo tempo, gli azzurri si sono lasciati beffare negli ultimi cinque minuti dallo Sporting Peloro Messina che, approfittando di un paio di sbandamenti avversari, è riuscito a realizzare due gol e centrare così la prima clamorosa vittoria in campionato.

La squadra di Spadaro si morde le mani per aver sciupato un’occasione d’oro contro un avversario apparso ben poca cosa. Troppe le palle-gol non concretizzate dai padroni di casa, fermati anche dai legni della porta avversaria in una gara che sembrava chiusa già alla fine del primo tempo.

Privo di capitan Di Mare, Ferreira e Farina, mister Spadaro affida la fascia a Mirko Bianchini. Il folletto azzurro ripaga con una grande prestazione e con una doppietta che sembrava spianare la strada verso il successo alla compagine di casa. Il giocatore aretuseo sblocca il risultato in apertura di match, soffiando palla ad un avversario ed indirizzando la sfera nell’angolino basso alla destra di Battiato.

In precedenza aveva sfiorato la marcatura con una conclusione terminata fuori di un soffio. C’è solo il Siracusa in campo in un primo tempo in cui gli ospiti vanno vicini al gol in una sola circostanza con il palo colpito al 18’ da Richichi. Un attimo dopo però il diagonale di Bianchini non lascia scampo a Battiato e i padroni di casa si portano sul 2-0. La ripresa scivola via sulla stessa falsariga del primo tempo ma, a differenza dei primi 20’ minuti, gli ospiti approfittano degli errori di mira avversari e, tirando in porta in tre occasioni, riescono a condurre in porto l’intera posta in palio. Al 4’ Richichi, lanciato dalla propria metà campo, supera De Souza con un morbido pallonetto.

Il gol arriva pochi secondi dopo la traversa centrata da Barboza su conclusione ravvicinata deviata dal portiere messinese. Il Siracusa domina la scena, cercando la porta da tutte le posizioni. Al 6’ ci prova ancora Sotille, ma Battiato si supera. Al 12’ è ancora il portiere peloritano a vincere il duello con il giocatore azzurro. E così al 15’30’’ arriva inaspettato il gol del pareggio ospite.

A realizzarlo è Consolo, che approfitta di un errato disimpegno difensivo avversario e batte De Souza da ottima posizione. Il Siracusa si capovolge in avanti alla ricerca del gol e Sotille colpisce la traversa calciando a colpo sicuro. Negli ultimi istanti ecco la “frittata”. Sugli sviluppi di una rimessa laterale Richichi vede De Souza fuori da pali e lo batte con un millimetrico “cucchiaio” da centrocampo. Vince la Peloro, al Siracusa non resta che fare un sano mea-culpa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo