In tendenza

Calcio a 5, la Meraco festeggia i 40 anni di attività raddoppiando l’impegno: sarà presente in C2 e D

La formazione di C2 sarà allenata da mister Randazzo, mentre quella di serie D, che avrà anche il compito di "serbatoio" è stata affidata a Claudio Conti

La Meraco Siracusa di calcio a 5 pronta a raddoppiare il proprio impegno. Ieri sera nella sala conferenze dell’Aci la storica formazione siracusana di futsal ha presentato progetti e obiettivi per la prossima stagione. Un annata, quella 2022-2023 che vedrà la compagine del presidente Sergio Imbrò raddoppiare il proprio impegno. Oltre alla formazione di C2, che sarà affidata a mister Randazzo, infatti, la Meraco disputerà anche il campionato di serie D, che verrà invece guidata da una vecchia conoscenza del futsal siracusano ed ex giocatore e allenatore della Meraco, Claudio Conti.

L’obiettivo di questa “seconda squadra” è quello di consentire anche agli elementi più giovani la possibilità di disputare un campionato probante. Un doppio impegno che oltretutto ricade in una stagione particolare: quella dei 40 anni della società.

Ringrazio il patron Sergio Imbrò – dice il direttore sportivo Marco Aglianò – per la possibilità datami nel seguire la Meraco, storica società di futsal della nostra città che è prossima a raggiungere un traguardo importante dei 40 anni di attività e si attesta tra le società più storiche nel contesto regionale”.

Come già detto dallo stesso Imbrò – prosegue – questa per la Meraco sarà la stagione del rilancio visto il doppio impegno nei due campionati di C2 e D. Abbiamo in cantiere anche dei progetti di settore giovanile che cercheremo di sviluppare con la collaborazione del nuovo responsabile del settore, nonché nipote del patron nella persona di Piero Imbrò. Continua quindi la tradizione della famiglia Imbrò per questa società dove l’attaccamento e la dedizione, l’impegno profuso nel corso degli anni ne fanno sicuramente un valore aggiunto. Cercheremo – conclude Aglianò – di fare un bel campionato e sicuramente possiamo dire la nostra visto l’impegno che la società sta mettendo nella riuscita del progetto.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo