In tendenza

Calcio Allievi Regionali: Pantanelli Batte Pro Catania Con Un Secco 2 a 0

Pantanelli: Latino, Iannitto, Rametta, Genovese (K – 77’ Cardaci), Indomenico, Floresta ( 68’ Failla), Blandini, Bacci, Iannelli (42’ Di Dio), Lentinello (44’ Musso) Belluardo .
Al 75’ sostituito Di Dio con Genna.

Pro Catania: Zappulla (41’ Gambino), Guglielmino, Squillaci, Cento, Montalto, Buffardeci, Gigantini, Zinghirino (35’ Ilardo), Anfuso M. (68’Nasisi), Ragusa (41’ Alì), Anfuso P.(62’ Insalaco).
Reti: 7′ Belluardo; 19’ Blandini.
Corner: 5-1 per il Pantanelli.
Arbitro: Rogas da Siracusa.


Il Pantanelli, con un secco 2-0, archivia la pratica Pro Catania. Bellissima prestazione dei ragazzi di Aloschi che sin dai primi minuti hanno messo alle corde i catanesi.
Al 4’ Iannelli sfiora il palo con un tiro ai limiti dell’area; al 7’ Belluardo batte a rete raccogliendo un cross di Floresta: 1-0. Il Pro Catania non riesce a contenere gli attacchi continui e repentini del Pantanelli, sembra in balia del gioco dei nostri ragazzi, i quali sfiorano la rete in molte occasione.

Rete che comunque arriva al 19’: Blandini, scatenato, ruba palla sulla destra e s’invola in area battendo l’incolpevole Zappulla. Il Pro Catania si vede per la prima volta in area avversaria solo al 27’ con un tiro in diagonale che non impensierisce Latino. Al 41’, con un minuto di recupero, l’arbitro Rogas di Siracusa, manda le squadre al riposo. Alla ripresa la musica non cambia, anzi il Pantanelli colleziona occasioni da rete una dietro l’altra (impossibile elencarle tutte), sfumate solo per mera sfortuna dei nostri avanti.

Ma i ragazzi non demordono, anzi arrivano pure a conquistare un rigore sacrosanto, per fallo su Blandini. Alla battuta il capitano Genovese, che però si fa intuire il tiro. Si rimane così sul 2-0 fino alla fine. Nei tempi di recupero, all’82’, su rinvio lungo di Latino, Blandini si trova a tu per tu col portiere ma spreca l’occasione. Dopo 3’ di recupero l’arbitro fischia la fine. Una partita a senso unico, dove il Pantanelli avrebbe meritato un risultato molto più tondo, per le occasioni create.

Blandini e Iannelli, supportati da Floresta e Genovese, davvero scatenati: i migliori in campo. Ma la nota più positiva, è stato l’atteggiamento della squadra: sempre in palla, non ha dato spazio all’avversario di potersi esprimere, imponendo il proprio gioco. Anche quando ha dato segni di rifiatamento, il mister è riuscito, con la sua verve, a non farli adagiare sul vantaggio. I ragazzi hanno così risposto fino al fischio finale dell’arbitro. Per tutti gli 80’ il Pantanelli ha espresso un calcio fatto di cose semplici, dalle quali sono scaturite giocate spettacolari, che hanno letteralmente frastornato l’avversario ed entusiasmato i suoi sostenitori.

Nel reparto centrale, oltre Genovese, ottima prestazione di Lentinello, molto sicuro in fase di interdizione e di impostazione.
Il reparto difensivo non è stato chiamato a fare straordinari, ma grazie a Iannitto, insuperabile, e company gli avanti catanesi sono sempre stati annullati.
La condotta arbitrale ha avuto vita facile, partita sostanzialmente corretta, anche se i catanesi sono dovuti ricorrere a falli tattici per poter frenare l’irruenza avversaria: due gli ammoniti del Pro Catania. L’intelligenza dimostrata dagli undici di Aloschi, è stata anche quella di non cadere nel tranello della reazione.


Da come si era già detto in precedenza, il Pantanelli, partita dopo partita, è in continuo crescendo:
la forma fisica e l’affiatamento iniziano a dare i suoi frutti. In più un’arma che altre compagini non hanno: un mister che conosce molto bene i suoi ragazzi e sa come ottenere il meglio di loro in ogni circostanza dell’incontro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo