In tendenza

Calcio: Azzurri Primi In Classifica Il Siracusa Non Si Ferma Più

SIRACUSA 1 – VICO EQUENSE 0

Rete: Cosa al 24’

Il quinto successo consecutivo, e il contemporaneo pari interno della Viribus Unitis, contro il Messina, vale, per il Siracusa, il primato solitario in vetta alla classifica, con le dirette inseguitrici che vantano, inoltre, una gara in più.

Con il minimo sforzo, gli azzurri ottengono la quarta vittoria (su quattro!) al De Simone, dove non hanno ancora subito nemmeno un gol. Auteri, deve fare a meno degli indisponibili Mariniello e Garufi. In difesa, presenta al centro la coppia Iodice-Ginobili e Strigari ed Accaputo sulle fasce. A centrocampo spazio a Cianni, Berti e Giurdanella. In avanti, il solito tridente Sarli-Cosa-Catania. In porta, confermato lo juniores Fornoni.

L’ultimo successo esterno, in casa della Sangiuseppese Neapolis, ha lasciato il segno, in positivo, nell’ambiente azzurro. Sono, infatti, circa tremila i tifosi che assiepano gli spalti. Compresa una delegazione dei Drughi Bianconeri, gruppo portante della Curva Sud di Torino, giunti in città per ufficializzare l’amicizia, nata un paio di anni fa con i “Nun ci semu ca testa”.

La partita, come si prevedeva alla vigilia, è abbastanza spigolosa, il Vico si dimostra formazione ben organizzata e copre bene ogni spazio. Dopo una lunga fase di studio, nel primo affondo, il Siracusa passa: al 24’ Sarli vede e pesca Cosa che di testa anticipa due avversari e trafigge il numero uno ospite. La coppia gol, più invidiata dell’intero torneo, non tradisce. Poco più tardi, lo stesso Cosa potrebbe raddoppiare, ma spreca un bell’invito di Catania, calciando a lato. La prima frazione di gara, senza troppi sussulti si chiude quì.

Nella ripresa, la musica non cambia. Inizio in sordina, e a prevalere sono le difese. Il Vico, pur controllando bene gli avversari, non si renderà mai pericoloso. Cianni, è costretto ad abbandonare il campo per problemi fisici. Al suo posto Occhipinti. Tocca dunque a Strigari affiancarsi, a centrocampo, all’insuperabile Berti, tra i migliori in campo. Sul finire spazio agli juniores D’Alì e Bufalino, che entrano subito in partita, sfruttando gli ultimi minuti in cui la squadra campana si scopre, favorendo svariate ripartenze dei locali, che con Bufalino, Sarli e Cosa, sfiorano ma non trovano il gol del ko. Dopo cinque minuti di recupero, il triplice fischio, e Siracusa in testa al campionato!

Il pareggio di Viribus Unitis-Messina, il risultato che regala la vetta agli azzurri, viene accolto dal boato dei tifosi, che a fine partita applaudono entrambe le squadre.

Per Ginobili e compagni solito “tuffo” finale verso la Curva Anna, sempre più piena, sempre più festosa. E domenica nuovo scontro al vertice in quel di Sapri. Prove di fuga?


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo