fbpx

Calcio: Enzo Grasso, La Prima Senza Pubblico. Il Presidente Liuzzo: “Ormai È Una Barzelletta”

“E’ un’offesa alla città”. Non usa giri di parole il presidente dell’Enzo Grasso, Dottor Antonello Liuzzo per commentare la chiusura al pubblico del Centro sportivo Erg in occasione della sfida casalinga tra la sua squadra e l’Orsa di domenica scorsa. “Impianto inagibile, ma solo in determinate occasioni visto che nelle partite del settore giovanile, che si sono disputate sabato pomeriggio e domenica mattina, queste restrizioni non si sono registrate” si legge nel comunicato inviato dalla Enzo Grasso.

“Siracusa si è ridotta ad avere un solo campo di gioco – prosegue il Dottor Liuzzo – ed in questo confluiscono tutte le squadre. Se poi questo stesso impianto, per il quale le società sborsano cifre cospicue per poterci giocare, è dichiarato inagibile, non c’è che da vergognarsi. Siamo caduti troppo in basso anche dal punto di vista dell’impiantistica sportiva. Non so davvero di questo passo dove si andrà a finire”.

E’ arrabbiato e deluso il patron dell’Enzo Grasso, contattato sabato scorso dai funzionari della questura di Siracusa, che gli hanno intimato di giocare a porte chiuse. “Non capisco una cosa: se la tribuna è inagibile, forse perché manca il serpentone di collegamento tra il rettangolo di gioco e gli spogliatoi, perché al pubblico non è consentito sistemarsi dietro le reti di recinzione per assistere al match? Perché si decide di chiudere una struttura così bella senza che, credo, ce ne sia fondato motivo? E’ deprimente giocare senza pubblico in tribuna, è sconcertante che ancora a Siracusa succedano cose di questo genere”.

Per adottare un provvedimento del genere occorre che ci sia una segnalazione alla questura per l’avvenimento sportivo in programma in quella stessa giornata. Nel caso del Priolo, dieci giorni fa, con ogni probabilità, è stato l’Atletico Catania a far presente la situazione, domenica scorsa invece l’input non è certamente partito dalla società ragusana. “L’Orsa non ne sapeva nulla – aggiunge il presidente Liuzzo – ed in ogni caso credo che non avrebbe chiesto questa misura. Qui bisogna mettersi d’accordo. Se l’impianto è inagibile, lo è per tutti, senza differenziazioni tra partite giovanili e partite di prima squadra. Mi auguro comunque che questa barzelletta finisca presto. Anche perché qui c’è ben poco da ridere. Ne va dell’immagine di una città in cui non ci sono più spazi disponibili per svolgere attività sportiva e per disputare una partita di calcio nel fine settimana”.

L’esordio in campionato è stato positivo per la squadra di Carmelo Petrolito, che ha realizzato tre reti all’Orsa, dominando la partita e dimostrando che la sconfitta di Coppa con la Rari Nantes è stata un semplice incidente di percorso. Sugli scudi il giovane Pincio, autore di una doppietta e di giocate d’alta scuola. Tutta la squadra comunque ha girato bene e tra i migliori il difensore Bellomo, uomo guida della difesa aretusea dopo la partenza di Tarascio. Domenica prossima intanto difficile trasferta a Floridia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo