Calcio: Il Palazzolo “Gabbato” Dal Trapani

PALAZZOLO 1 – TRAPANI 2

PALAZZOLO (4-5-1) Saia, Marcenò (Trovato 13’ st) Ulma, Marletta, Armenio, Casisa, Miraglia (Gatto 1’ st), Di Maio, La Vaccara, Bonarrigo, Catania (21’ st Senè) A disp. Treccarichi, Teriaca, Alderuccio, Mento. All. Lorenzo Alacqua

TRAPANI (5-3-2) Raviotta, Alletto, Guido, Gangitano (Coco 1’ st) Raimondi, Mancini, Vinciguerra (Cammareri 1’ st), Domicolo, Gennari, Tiscione, Carbonaro (Craccò 25’ st). A disp: Longo, Mancino, Dai’, Fina. All. Tarcisio Catanese.

Marcatore: La Vaccara ® 33’ pt; Carbonaro ® 2’ st, Craccò ® 41’ st.

Note: spettatori circa mille; 31’ Carbonaro sbaglia il rigore (parato), espulsi Di Maio e La Vaccara (P) 41’ st.

Ammoniti: Armenio (P) 28’ pt, Saia (P) 2’ st, Trovato (P) 18’ st, Cammareri (T) 46’ st, Gangitano (T), Domicolo (T) (10’ st). Angoli 5 a 2 per il Palazzolo. Recuperi: 1’ pt, 3’ st. 

Quattro rigori (tre gol), due espulsioni dirette, sei ammoniti. E già si parla di “furto” al “Salustro” ai danni del Palazzolo che subisce immeritatamente una sonora sconfitta ad opera del Trapani di Tarcisio Catanese.

1 a 2 il risultato finale e sono subito indici puntati sul direttore di gara Abisso di Palermo che non raccoglie i consensi del pubblico locale. La conduzione del gioco, infatti, ha provocato non pochi nervosismi in campo tra le opposte fazioni. A pagarne le spese, però, saranno solo i locali con due espulsi negli ultimi cinque minuti di gioco che restano.

Docce anticipate, dunque, per il capitano del Palazzolo, Calogero La Vaccara autore dell’unica rete gialloverde, e per il centrocampista Gennaro Di Maio. La polemica in tribuna non si placa: discutibili quei rigori concessi al Trapani, specie l’ultimo, a partita quasi conclusa. L’arbitro verrà scortato a fine partita dalle forze dell’ordine. Ma è solo precauzione. Palazzolo è da sempre “isola felice” dei tifosi. Amareggiato mister Alacqua a fine gara.

Ma un elogio lo vuole fare: “Mi preme fare i complimenti al pubblico di Palazzolo – ha detto il tecnico ibleo – dopo un disastro del genere, mi riferisco alla conduzione arbitrale di oggi, difficile trovare un tifo così civile e composto. Una fortuna davvero trovarsi qui e non in altre piazze calde. E complimenti anche all’arbitro Abisso, mai visto fischiare quattro rigori fuori casa. Purtroppo, non mi è mai capitato, e non mi capiterà mai. Sono cose che succedono, guardiamo avanti”.

In campo. Il Palazzolo subito offensivo, tiene bene nella prima parte di gioco, dimostra la sua superiorità tecnico-tattica rispetto a un Trapani che non punge come dovrebbe. Si apre la carrellata dei rigori: Carbonaro del Trapani che manca il tiro, poi tocca al Palazzolo con La Vaccara che non sbaglia, nella ripresa sul dischetto va Carbonaro che stavolta gonfia la rete, il quarto e ultimo rigore, il più contestato, quasi allo scadere: Di Maio interviene d’anticipo su Tiscione, tra lo stupore generale, l’arbitro indica il rigore e Craccò non sbaglia mira.

Bilancio in sala stampa: tre calci di rigore potevano anche starci ma l’ultimo, forse, è stato un po’ troppo generoso? “Forse siamo stati un tantino fortunati – ammette l’allenatore del Trapani, Catanese – non sto a me giudicare l’operato altrui. E’ stata un ottima partita contro la squadra più forte vista sinora, ben organizzata in campo. Vincere qui, col Palazzolo, non era assolutamente facile”.

 

 

primo tempo: Catania serve Bonarrigo, calcia da distanza ma trova una prodigiosa risposta di Ramondetta che respinge in angolo. 15′ bel cross di Bonarrigo, La Vaccara viene spinto in area ma l’arbitro Abisso diPalermo lascia stare. 20′ Tiscione, ben servito da Vinciguerra, termina altissimo sulla traversa. 25′ Trapani ancora pericoloso, con Mancini che viene anticipato da Saia. 26′ Gran tiro di Marletta che non riesce a inquadrare lo specchio. 28′ Armenio ammonito. 31′ Carbonaro calcia il rigore ma trova la barriera umana Saia. 33′ rigore per il Palazzolo, tiro di precisione di La Vaccara al suo quarto gol della stagione e 89° della carriera. 41′ Tiscione entra in area, Marcenò lo anticipa e salva. Un minuto di recupero.

secondo tempo: sostituzioni: P: Gatto per Miraglia. T: Coco per Gangitano e Cammareri per Vinciguerra. 2′ ammonito Saia. 2′ rigore del Trapani: buon tiro di Carbonaro. 11′ Tiscione colpisce il palo. Pericolo Trapani. 13′ sost. P: Trovato per Marcenò. 18′ Ammonito Trovato. 21′ sost. P: Miraglia per Senè. 25′ Sost. P: Craccò per Carbonaro. 26′ cross di Tiscione per Craccò, Saia para facilmente. 27′ passaggio sulla destra di Senè per La Vaccara, troppo lungo. 32′ Senè ben lanciato in area su passaggio di Casisa ma la palla supera il palo. 41′ Di Maio interviene d’anticipo su Tiscione tra lo stupore generale, l’arbitro indica il rigore. Espulsione diretta Di Maio. Craccò non sbaglia mira sul dischetto. Ancora proteste e viene espulso La Vaccara. 46′ ammonito Carbonaro. 3 minuti di recupero.

risultato finale: 1-2 per il Trapani.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo