Calcio: Il Palazzolo Juniores Vince Fuori Casa

NISSA – PALAZZOLO 1-3; Terza giornata del girone “N”

NISSA: Arcati, Cassaro (29’ st Calvagna) Miccichè, Pisa, Drogo, Martorana (29’ st Vasapolli) Rotolo, Guarreri , Alajmo, Di Blasi (Tropea), Gueli. A disp. Cascone, Amico, Nigrelli, Pale. All. La Paglia Davide
PALAZZOLO: Nassi, Sulfaro, Giustini (23’ Monterosso), Fusca, Conti, Mazzone, Carpinteri, Raiti (19’ st Giompaolo), Scariolo, Ferro, Valvo (1’ st’ Velasco) , A disp. La Marca, Tramontana, Gionfriddo, Leone. All, Nicola Bonarrivo.
Marcatore: 13’ pt Drogo (N), 37′ pt Scariolo (P), 6′ st Scariolo (annullato), 32’ st Scariolo, 45′ st Carpinteri.
Note: spettatori un centinaio circa
Ammoniti: 14′ pt Sulfaro, 23′ pt Scariolo, 44’ pt Fusca; 11’ st Conti, 37’ st Tropea e Guarreri.
Angoli: pt 1-1; st 1-1
Recuperi: 1’ pt, 1’ st

Primo tempo: 4’ prima parata prodigiosa di Nassi. Non sarà la sola. 7’ punizione di Fusca, 13’ gol di Drogo (N), 2’ punizione di Gurriero ma sbaglia di molto, 37’ gol di Scariolo: passaggio di Carpinteri, Raiti pallonetto per Scariolo che mette in rete. Secondo tempo: 6’ gol del Palazzolo ma l’arbitro non concede la seconda marcatura a Scariolo su richiamo del guardalinee. 12’ Il solito Nassi viene chiamato a metterci la pezza davanti a una incursione di Rotolo. 15’ ci prova Carpinteri , palla di poco a lato. 32’ gol di Scariolo su assist di Ferro. 45’ terzo gol del Palazzolo con Carpinteri. Finale con intervento decisivo di Nassi. Determinante in campo contro la Nissa.

E tre. Alla fine, la Juniores del Palazzolo riesce a espugnare anche il difficile campo della Nissa a Pian del Lago battendo la formazione locale per 3 a 1. Prima mezzora di gioco sonnolente con i gialloverdi poco pericolosi e poco determinati nel cercar gloria. Bisogna aspettare il gol della Nissa per smuovere gli animi e svegliare i palazzolesi dallo strano torpore. Ed ecco al 37’ il gol del bomber gialloverde Christian Scariolo che stava cominciando a farsi attendere.

Scatto d’orgoglio definitivo della squadra nella ripresa, dopo la giusta “strigliata” negli spogliatoi del mister Bonarrivo. Che chiede ai suoi di reagire e inserire la marcia in più. Grande prova per tutti 45 che restano del gruppo e del suo capitano Matteo Conti che non smette un secondo di “urlare” i giusti sproni ai compagni. Dall’altra parte del campo, gli fa eco il guardiano della porta gialloverde, Giampiero Nissa.

Non è mancato il clamoroso colpo di scena: siamo a sei minuti dall’inizio della ripresa, quando Scariolo mette a segno il suo secondo gol della giornata. Niente da fare, il guardalinee non è convinto e richiama l’attenzione dell’arbitro: gol annullato, tutto da rifare. L’umore non si abbassa, anzi. Lo stesso Scariolo (tra i migliori in campo insieme a Nassi) ci riprova, lotta, si ferisce a un labbro per una caduta, si rialza e corre verso la rete: è gol, su assist di Ferro.

La terza marcatura arriva con Carpinteri non lascia dubbi sulle singole capacità e sulla tecnica espressa dal collettivo. Il Palazzolo si rivela alla sua terza giornata squadra compatta e ben organizzata, decisa di andare oltre i limiti e che prima o poi finisce con l’imbrigliare le manovre offensive degli avversari. Una squadra sicuramente “ammazza campionato”. Punteggio pieno, dietro il Trapani per tre punti. Ma loro hanno riposato. Una gara-vetrina per tutti.

Per chi ambisce al passaggio in prima squadra. In tribuna, infatti, un osservatore molto speciale: mister Lorenzo Alacqua, al suo fianco il presidente del Palazzolo Rosario Scrofani. Che non manca mai all’appuntamento con la sua amata Juniores. Menzioni particolari? Diverse e vanno a chi ha lottato sino allo stremo delle sue forze. Come Fabio Valvo, sostituito per un improvviso malore alla ripresa, per fortuna da un promettente Velasco.

Come Davide Giustini costretto a chiedere il cambio per i crampi devastanti. Perché le gambe non volevano saperne. Al suo posto, uno scattante Monterosso. E c’è anche chi è rimasto, per cercare il gol. E ottenerlo. Nonostante il labbro insanguinato per uno scontro con un avversario che l’arbitro non ha nemmeno notato. E fischiato per fermare il gioco.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo