Calcio, il Siracusa cala il tris e centra il secondo successo in trasferta consecutivo

Mangiacasale, Scardina e Turati. Loro i tre moschettieri che hanno posto la firma sul successo del siracusa a Fondi. Per gli azzurri, dopo lo stentato successo di sette giorni fa sul campo del Rende, si tratta del secondo successo consecutivo a domicilio. Pronti via e azzurri subito pericolosi con Sandomenico la cui conclusione si spegne di poco a lato. Poco prima del quarto d’ora i leoni trovano il vantaggio grazie a Mangiacasale, abile a battere l’estremo difensore Elezaj. Purtroppo però, la partita dell’esterno azzurro dura poco e a metà della prima frazione viene sostituito da Mazzocchi.

Il neo entrato è subito in partita e dopo due giri di orologio, dopo una bella percussione da sinistra, scaglia un tiro a giro che centra in pieno la traversa. Il Siracusa è padrone del campo e gli ospiti si fanno vedere dalle parti di Tomei solo al minuto ’36 con una conclusione facilmente bloccata dall’estremo difensore azzurro.

A inizio ripresa Bianco cambia ancora con Paolo Grillo che prende il posto di San domenico. Così come nel primo tempo, anche nella seconda frazione gli azzurri entrano bene in campo e dopo 8 minuti mettono la partita su binari più sicuri raddoppiando con Scardina. Il Siracusa potrebbe dilagare ma spreca un paio di ghiotte occasioni, e allora è il Fondi, con una reazione d’orgoglio a metà ripresa a riaprire i giochi con un calcio di rigore realizzato da Lazzari.

Il Siracusa però non si scompone e dopo 120 secondi chiude nuovamente la pratica con il gol di Turati. Da lì in poi è pura accademia, complice anche il fatto che i padroni di casa restano in 10 per l’espulsione di Pompei.

“Oggi la squadra ha fatto una prestazione importante, interpretando al meglio la gara – ha detto mister Bianco al termine del match -. Ho visto la squadra che vedo in allenamento, quello che non riuscivo a vedere nelle altre partite. Oggi, oltre al risultato pieno mi è piaciuto l’atteggiamento sia a livello mentale sia tattico e hanno voluto vincere la partita con merito. L’unica recriminazione è stata quella di non aver fatto qualche gol in più”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo