fbpx

Calcio Siracusa, cresce l’attesa per il derby. Raciti: “con la giusta determinazione possiamo far male al Catania”

Quasi certa la presenza dal primo minuto di Tino Parisi e di Crispino tra i pali. Ancora da sciogliere il dubbio Vazquez in attacco

Se domani la squadra riesce a fare la partita perfetta con la giusta attenzione e determinazione, possiamo far male al Catania“, parola di mister Raciti. Il tecnico azzurro si è soffermato molto sull’aspetto mentale della propria squadra durante la conferenza stampa di vigilia della partita più attesa in città. Un incontro che, proprio come affermato dal tecnico del Siracusa, non sarà possibile gustare in quanto tale, “perchè per noi è importante fare punti a prescindere dall’avversario che incontriamoIl Siracusa  ha dimostrato di poter giocare alla pari con tutti, ma fino a oggi non è stata in grado di rimanere in partita per tutti i 90 minuti. Un aspetto che abbiamo curato molto durante la pausa.”

Quindici i punti del Siracusa, invischiato in piena zona play out, mentre sono 37 quelli della formazione etnea, lanciata all’inseguimento della fin qui imbattuta Juve Stabia. Un gap che però nei derby conta meno, soprattutto dopo una pausa di campionato lunga 20 giorni e che ha sicuramente “arrugginito” le squadre, facendo perdere il ritmo partita. Ma per Raciti le gambe non sono un problema, il vero problema è mentale e di attitudine.

Dal punto di vista fisico – prosegue l’allenatore azzurro – i ragazzi hanno dato grande disponibilità al lavoro, abbiamo lavorato e sembra che siamo nelle condizioni giuste. Anche i nuovi hanno portato nuovo entusiasmo e anche qualcosa in più e può essere importante“. Un qualcosa in più che potrebbe subito in campo domani, visto che appaiono certe le presenze nell’undici iniziale di Parisi su una delle due fasce e di Crispino tra i pali.

Per gli altri – ancora Raciti – valuterò nel pomeriggio“. Così come sono da valutare le condizioni di Vazquez, uno dei pochi a non aver deluso nella prima parte di stagione e che in settimana ha ripreso ad allenarsi col gruppo. Anche per lui sembra certa la presenza nella sfida contro il Catania, ma non avendo l’argentino tutti e 90 i minuti si sta valutando se impiegarlo dall’inizio o a partita in corso.

Piccola parentesi sul mercato, che ha visto la società molto attiva in settimana nella speranza di poter colmare le lacune emerse nella prima parte di stagione. “I nuovi sono stati scelti con cura – sempre il tecnico-, sono stati scelti dopo aver analizzato ciò che serviva alla squadra e poi si è mosso il direttore Laneri che difficilmente sbaglia gli uomini”.

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo