Arriva “WhatsApp SiracusaNews”: per le segnalazioni dei lettori, basta un messaggio

In tendenza

“Capitali europee della Cultura a confronto”: presentato il tavolo di lavoro di ReStart per lanciare la candidatura di Siracusa

Dopo il saluto introduttivo di Giovanni Cafeo, promotore del progetto ReStart, Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, ha illustrato il significato e l'importanza di Capitale Europea della Cultura alla luce dell'attuale momento storico e anche dei risultati della recente riunione dei ministri della Cultura della regione Euro-Mediterranea

Si è svolto nella giornata di ieri, domenica 19 giugno, davanti ad un folto pubblico e nella splendida cornice dalla piazza antistante il Castello Maniace, il confronto tra le Capitali Europee della Cultura 2018 e 2019, rispettivamente La Valletta e Matera.

L’iniziativa, nell’ambito delle attività del Tavolo di lavoro su Siracusa Capitale europea della Cultura 2033 promosso da ReStart e coordinato da Antonio Gerbino, dopo il saluto introduttivo di Giovanni Cafeo, promotore del progetto ReStart, ha visto anche la partecipazione di Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea che ha illustrato il significato e l’importanza di Capitale Europea della Cultura alla luce dell’attuale momento storico e anche dei risultati della recente riunione a Napoli dei Ministri della Cultura della regione Euro-Mediterranea.

Molto interessante il racconto dei rappresentanti delle ultime due precedenti Capitali Europee della cultura, Karsten Xuereb e Raffaello de Ruggieri, stimolati dall’economista della cultura nonché moderatrice dell’evento Anna Mignosa, per cogliere analogie e spunti di riflessione che saranno inseriti nel documento finale che il Tavolo siracusano si avvia a completare, grazie anche al prezioso supporto di Impact Hub Siracusa.

Di particolare interesse l’intervento di Raffaello de Ruggieri, sindaco di Matera nel 2019 ma ispiratore della candidatura della città già da molto tempo prima, che ha raccontato in modo appassionato tutto il percorso che ha portato al successo una piccola città del Meridione e il lavoro che, a partire da quell’anno, continua.

L’incontro è stato chiuso dalle suggestive melodie di Carlo Muratori, ispirate alle storie del Mediterraneo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo