In tendenza

Carlentini, organizza una manifestazione di protesta sui social: nessuno aderisce ma viene denunciato

E' costato caro l'invito a ribellarsi destinato a tutti i titolari di partita Iva e commercianti dando appuntamento, con data e ora, in una delle principali piazze del Comune

Nei giorni scorsi un uomo di Carlentini ha postato sul social network “Facebook” un invito a ribellarsi destinato a tutti i titolari di partita Iva e commercianti che in questo periodo di distanziamento sociale non possono svolgere la loro attività professionale, dando appuntamento, con data e ora, in una delle principali piazze del comune.

I Carabinieri della Stazione di Carlentini hanno seguito con attenzione l’evolversi della vicenda, che alla fine si è risolta con un nulla di fatto: nessuno ha aderito all’appello e nemmeno il “fomentatore” ha dato seguito, anche in considerazione che i partecipanti sarebbero incorsi nelle violazioni previste dalle norme per il contenimento del coronavirus.

Tal genere di iniziative, anche quando si tratta di mere boutades, sono comunque molto pericolose poiché rischiano di creare malcontento e possono portare a conseguenze anche peggiori, se fanno breccia nel disagio di chi legge.

L’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica di Siracusa per “Istigazione a disobbedire alle leggi”, violazione prevista dall’art. 415 del Codice Penale, in relazione alle norme vigenti in questo periodo per il contenimento della pandemia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo