Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, 162 in provincia di Siracusa

In tendenza

Carlentini, spacciava dai domiciliari: sequestrato oltre un chilo e mezzo di marijuana

L'uomo è stato accompagnato in carcere

I Carabinieri della Stazione di Carlentini, coadiuvati dai militari dello squadrone eliportato cacciatori Sicilia di Sigonella, all’esito di un servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti hanno tratto in arresto in flagranza di reato un pregiudicato locale di 31 anni, trovato in possesso di 1,6 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

I Carabinieri, a seguito di una proficua attività info-investigativa hanno eseguito una perquisizione domiciliare nell’abitazione di Antonino Vecchio, che già si trovava agli arresti domiciliari per aver commesso tempo fa un furto aggravato, hanno rinvenuto all’interno di un armadio posto sul balcone dell’appartamento una busta in plastica, di quelle normalmente adoperate per la spazzatura, contenente 1,6 chili di marijuana, già esiccata e triturata, pronta per essere suddivisa in dosi e immessa nel mercato clandestino. L’uomo aveva inoltre già preparato altre due confezioni della stessa sostanza, per un peso totale di 20 grammi, custodite in altrettante buste in plastica sigillate.

Nella medesima circostanza, i militari hanno provveduto al sequestro di un sistema di video sorveglianza installato nell’appartamento con il quale, attraverso telecamere indirizzate sulla pubblica via, Vecchio avrebbe tentato di intercettare in anticipo l’eventuale arrivo delle Forze dell’Ordine.

La sostanza stupefacente rinvenuta, che al dettaglio, avrebbe potuto fruttare oltre 20mila euro, è stata sequestrata ed inviata al laboratorio analisi sostanze stupefacenti per l’esame qualitativo e quantitativo. L’arrestato, dopo le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Siracusa-Cavadonna come disposto dall’Autorità giudiziaria aretusea.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo