In tendenza

Caso Villa Rizzo a Siracusa: l’avvocato Cavallaro sospeso dall’esercizio della professione

Il Consiglio di disciplina degli Avvocati di Catania ha decretato la sospensione per violazioni deontologiche, attualmente non esecutiva

L’avvocato Giuseppe Cavallaro è stato sospeso per 5 mesi dall’esercizio della professione. Il legale del Foro di Roma aveva tenuto numerose conferenze stampa e interviste sul fallimento della società Nuova clinica Villa Rizzo asserendo l’esistenza di irregolarità e violazioni di legge nella gestione della procedura concorsuale, insinuando dubbi sull’operato del legale rappresentante della società, di avvocati, curatori fallimentari, magistrati e ufficiali giudiziari.

Nulla di quanto asserito e denunciato dall’avvocato Cavallaro ha mai trovato riscontro nelle Procure che se ne sono occupate, intanto il Consiglio di disciplina degli Avvocati di Catania ha decretato la sospensione per violazioni deontologiche. L’avvocato Cavallaro è inoltre imputato davanti al Tribunale di Messina per diffamazione aggravata per le dichiarazioni rilasciate durante la conferenza stampa del 20 ottobre 2015 all’hotel Alfeo e per le quali a maggio 2018 era stato emesso decreto penale di condanna (poi opposto) alla multa di 9 mila euro. Le ricusazioni proposte dall’avvocato Cavallaro nei confronti dei giudici sono state dichiarate infondate e il legale è stato condannato al pagamento della pena pecuniaria e segnalato all’autorità penale e agli organi disciplinari. Il presidente della Corte d’Appello di Catania aveva segnalato a Ministero della Giustizia, Csm e Procura generale come gli esposti e le sollecitazioni stampa “appaiono strumentali al condizionamento dell’esercizio della giurisdizione”.

I procedimenti penali avviati sulla base degli esposti di Cavallaro o dei suoi clienti sono stati archiviati dalle Procure di Siracusa e Messina e dal Csm nei confronto dei magistrati. La sezione fallimentare del Tribunale di Siracusa è stata sottoposta a ispezioni e inchieste ministeriali che hanno escluso irregolarità mentre il ragioniere Liuzza ha segnalato alla Procura di Siracusa le condotte dell’avvocato e attende che le autorità giudiziarie e disciplinari e attende che si faccia luce sulla vicenda.

La sospensione in questione non è immediatamente esecutiva perché potrà essere impugnata davanti al Consiglio nazionale forense e successivamente anche in Cassazione. In un altro procedimento disciplinare l’avvocato Cavallaro è invece stato prosciolto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo