fbpx

Cattiva qualità dell’aria a Priolo la notte tra il 25 e il 26 marzo: ecco cosa hanno registrato le centraline

Nella stazione di Priolo Scuola si è registrato un picco massimo istantaneo di 1310 µg/m3 alle 20:52 del 25 marzo

Dalle 20.30 del 25 marzo alle 8 del 26 marzo sono pervenute all’app Nose 81 segnalazioni su tutta l’Aerca, di cui 75 provenienti da Priolo Gargallo, con il picco di 61 segnalazioni dalle 20:30 alle 23:50.

Le informazioni ricevute dagli utenti – La la tipologia di odore maggiormente avvertita durante l’evento è stata prevalentemente relativa alla percezione di idrocarburi, seguite da segnalazioni di zolfo e solventi. Le intensità delle molestie olfattive segnalate durante l’evento, definite su una base da 1 a 5 a secondo del fastidio percepito, sono state relative a segnalazioni di elevata intensità. Durante questo evento il malessere maggiormente percepito è stato quello relativo a mal di testa seguito da segnalazioni di difficoltà di respiro e di bruciore/irritazione alla gola.
L’approfondimento dei parametri metereologici e delle concentrazioni di inquinanti registrate dalle stazioni di qualità dell’aria – Nel report in allegato si fornisce un approfondimento sull’analisi dei parametri meterologici (la giornata del 25 marzo è stata caratterizzata da elevate precipitazioni e venti forti) e una analisi delle concentrazioni di inquinanti registrate dalle stazioni di qualità dell’aria (analizzati i dati registrati dalle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria presenti nel territorio Aerca di Siracusa relativi agli inquinanti Nmhc (idrocarburi non metanici), H2S (idrogeno solforato) e Benzene, particolarmente indicativi di fenomeni di cattiva qualità dell’aria e dei disturbi olfattivi).
Sono stati analizzati i dati relativi alle concentrazioni di Nmhc delle stazioni di Priolo Scuola, Ciapi, Augusta – Marcellino e Augusta, che rappresentano un quadro d’insieme della situazione della qualità dell’aria in Aerca nelle ore in cui sono pervenute le numerose segnalazioni.

La stazione di Priolo a causa di problemi tecnici al momento non è operativa. Le concentrazioni di H2S si sono mantenute al di sotto della soglia olfattiva di 7 µg/m3 (microgrammi su metro cubo). Le concentrazioni di Benzene si sono mantenute al di sotto dei 20 µg/m3, ad eccezione dei valori registrati dalla stazione di Augusta – Marcellino il 25 marzo alle ore 22:00 pari a 35,85 µg/m3 e alle 23 pari a 40,33 µg/m3.

La Stazione Priolo Scuola nel periodo ha registrato concentrazioni elevate di Nmhc, con due picchi uno alle 22 del 25 marzo ed un secondo alle 2 del 26 marzo. Dalla stazione Ciapi si è registrato un picco elevato di concentrazioni di Nmhc alle 2 del 26 marzo.

Nella Stazione di Augusta – Marcellino si sono registrati dei valori molto alti di Nmhc nella notte tra il 25 ed il 26 marzo, accompagnati anche con dei valori sostenuti di Benzene nelle ultime ore del 25 marzo.

Analizzando gli andamenti dei valori di Nmhc registrati nella stazione Priolo Scuola, Ciapi, Augusta – Marcellino e Augusta dalle 14 del 25 marzo alle 15 del 26 marzo si evidenzia come nella stazione di Priolo Scuola si ha un picco massimo istantaneo di 1310 µg/m3 alle 20:52 del 25 marzo.

Inoltre, dai dati rilevati dal Laboratorio mobile del Libero Consorzio, ubicato a Priolo Gargallo si evidenzia: una concentrazione media oraria di Nmhc alle 20 del 25 marzo di 353 μg/m3 con un picco massimo istantaneo di 808 μg/m3 alle 21:15 del 25 marzo. Tra i composti rilevati dall’Airsense l’Isobutilmercaptano alla concentrazione di 41,57 μg/m3 (valore istantaneo alle 20:59 del 25/03/2020), in concomitante presenza di Tiofene (23,8 μg/m3 alle 21 dello stesso giorno).

Un’ulteriore presenza di composti solforati nell’arco temporale di circa 30 minuti compresi tra l’1:30 e le 2 del 26 marzo dove si sono registrati picchi istantanei ancora più elevati di isobutilmercaptano alla concentrazione di 79,23 μg/m3, valore istantaneo dell’1:37 e di Tiofene 57,75 μg/m3 all’1:36 del 26 marzo. Nelle ore successive la situazione si è normalizzata.

Infine la protezione civile di Priolo Gargallo alle 21:38 del 25 marzo ha effettuato un campionamento di aria con il canister, e gli esiti della relativa caratterizzazione chimica saranno resi noti successivamente da Arpa Sicilia.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo