In tendenza

Cna Siracusa, continua l’attività operativa del settore ristorazione

Nel corso del primo incontro in cui si sono programmate azioni necessarie per il comparto il neodelegato ha voluto porre l’attenzione sulla necessità di mettere in campo proposte coraggiose di riapertura

A seguito della riunione di direttivo tenutasi lo scorso mercoledì 14 aprile, Cna Siracusa settore ristorazione, organizzazione guidata dal presidente Stefano Gentile ha definito un quadro di delegati all’interno del comitato, al fine di incrementare la programmazione di attività sugli ambiti tematici della Ristorazione, Catering e Ricettività.

Per il comparto Ristorazione ha acquisito la delega il ristoratore netino Salvo Vicari, proprietario insieme alla moglie Carmen Andolina del ristorante Vicari a Noto. Nel corso del primo incontro in cui si sono programmate azioni necessarie per il comparto il neodelegato ha voluto porre l’attenzione sulla necessità di mettere in campo proposte coraggiose di riapertura, dando una prospettiva vera e concreta ai tantissimi operatori già allo stremo e puntando ad una implementazione considerevole delle risorse pubbliche, con una particolare attenzione ai costi fissi soprattutto delle locazioni.

C’è un tema però altrettanto rilevante sia in termini di aiuti economici sia di principio – ha affermato Vicari – ossia le risorse già impegnate che vanno prontamente erogate. Sono molti infatti gli operatori che, dopo la presentazione delle domande nel dicembre del 2020, lamentano ancora oggi la mancata erogazione delle risorse del cosiddetto Fondo Ristorazione stanziate dal Ministero delle Politiche Agricole e gestite da Poste Italiane, un bonus fortemente atteso dalle imprese e che va immediatamente sbloccato“.

Dare riscontro di quanto già previsto è cruciale e non più differibile – conclude Salvo Vicari – chiediamo quindi che venga determinato seriamente un autentico cambio di passo proprio partendo da esempi come questo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo