fbpx

Riapertura di nidi e materne: approvate le linee guida per la ripresa delle attività

Code sulla Siracusa – Catania, Falcone all’Anas: “rimuovere i cantieri nel week end”

L'assessore regionale alle Infrastrutture punta il dito contro il gestore chiedendo maggiore sensibilità per gli utenti almeno nel fine settimana

foto di repertorio

Per la terza settimana di fila la Catania-Siracusa, nel tratto di competenza Anas, è diventata un lungo serpentone di auto bloccate in fila e avvilenti disagi per gli automobilisti in cerca di un po’ di relax al mare nel fine settimana. Il motivo non è dettato da incidenti ma da lavori di rifacimento del manto stradale da parte di Anas.

Un calendario dei lavori che ha fatto storcere non poco il naso all’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falone. “Non per puntare sempre il dito contro il gestore – afferma l’assessore regionale -, ma anche stavolta ci troviamo di fronte alle conseguenze negative delle decisioni di un’azienda di Stato che è distante dalle esigenze e dalle aspettative della Sicilia. Facciamo appello affinché, almeno nel week end, la carreggiata in direzione Siracusa sia liberata da restringimenti e cantieri, così come già fatto dal Consorzio autostrade siciliane per i lavori di rifacimento asfalto nella zona di Taormina”.

Purtroppo anche le manutenzioni stradali, a causa del lockdown, hanno subito rinvii e rallentamenti, “ma oggi l’Anas – conclude – deve tenere conto del grande traffico estivo quando organizza i lavori in autostrada. Occorre contemperare le esigenze dei cantieri alla logica del buon senso e del rispetto degli automobilisti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo