In tendenza

Colori, tamburelli, allegria e gioia: a Siracusa la Marcia dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

L'iniziativa s'inserisce nel “Festival dell’educazione… sulle orme di Pino Pennisi”, l’evento di ogni mese novembre dedicato a bambini e adolescenti

Colorata, rumorosa, allegra e piena di gioia: è partita questa mattina, da piazza Sgarlata, la “Marcia dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” giunta al quindicesimo anno.

Oltre 1.500 bambini in strada per un corteo che si è dislocato tra via Madre Teresa di Calcutta, via Antonello Da Messina, viale Santa Panagia, per poi tornare in piazza Sgarlata. Quest’ultimo, punto di partenza non casuale. “Davanti al parco Robinson per ribadire che Siracusa non è ancora una città per i bambini, e questo parco è la conferma: con i problemi di accessibilità, sicurezza e altro.” – ha detto Cristina Aripoli di Zuimama.

L’iniziativa s’inserisce nel “Festival dell’educazione… sulle orme di Pino Pennisi”, l’evento di ogni mese novembre dedicato a bambini e adolescenti.

Il Festival cominciato il 18 si concluderà il 25 e si avvarrà della rete di enti e associazioni che collaborano con la struttura comunale di Città Educativa.

Questa quinta edizione è dedicata al tema de “La bellezza che educa” e rappresenta il ritorno, dopo gli anni della pandemia, alla tradizionale sede dell’Urban Center alla quale si aggiungono altre location che accoglieranno le attività itineranti.

La giornata di domani della quinta edizione del “Festival dell’educazione – sulle orme di Pino Pennisi”, quest’anno dedicato al tema de “La bellezza che educa”, si aprirà con un altro evento itinerante nel Parco archeologico della Neapolis.

Con la collaborazione del Parco, di Civita Sicilia, Natura Sicula e dell’Associazione Liberi Fotografi Aretusei, dalle 9 alle 13 si terrà “La bellezza in uno scatto”. Si tratta di una passeggiata naturalistica per avvicinare i bambini alla fotografia e allenarli a una visione creativa di ciò che li circonda. Il progetto è stato affidato a Salvo Chilardi, Fabio Morreale, Maria Pia Ballerino e Marcello Bianca.

Due, sempre nella mattinata, gli appuntamenti all’Urban Center. Il primo è un workshop rivolto agli istituti comprensivi ed è dedicato al mondo della robotica. Gli studenti dell’Insolera di Siracusa e del Cannizzaro di Catania presenteranno il progetto di rete “ThiCreNet”. Attraverso la strategia della peer-education, presenteranno delle attività legate all’utilizzo di semplici robot programmabili e guideranno gli studenti alla costruzione di robot e alla programmazione a blocchi e games. L’utilizzo di robot didattici nelle scuole permette di sviluppare competenze essenziali utili per il futuro. Referente è la professoressa Daniela Tola.

Nel secondo appuntamento, gli studenti dell’istituto Gagini presenteranno il loro cortometraggio “Dove si specchiano le stelle”. Lo scenario è la Sicilia di oggi dove si sviluppa una storia a cavallo tra presente e passato. Referente è la dirigente Giovanna Strano.

Nel pomeriggio, a partire dalle 16, sempre all’Urban Center si terrà una sfilata di moda sotto forma di spettacolo. Curata dall’associazione “Lo scrigno di Aretusa” e da Delia Caruso, ai bambini sarà spiegato cos’è la moda ma anche che la bellezza è rispetto verso la diversità che rende unici non deve essere oggetto di discriminazione o bullismo. Con lo sguardo rivolto alla sostenibilità ambientale senza sprechi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo