In tendenza

Congresso Filca Siracusa – Ragusa, rinnovato il Consiglio generale

Il nuovo Consiglio generale appena insediato ha riconfermato il direttivo uscente composto da Paolo D’Anca, reggente, Luca Gintili, Gaetano La Braca e Dathan Di Dio

La Filca Cisl Ragusa Siracusa continua la sua opera di rinnovamento e ringiovanimento con 16 nuovi, su 29 complessivi, componenti del Consiglio generale. Sono stati eletti oggi al termine del terzo Congresso territoriale tenuto all’interno dell’ex cementeria Colacem di Modica. Molti i giovani, tra questi immigrati e donne che entrano a far parte del gruppo dirigente della federazione che riunisce i lavoratori edili delle due province.

Il nuovo Consiglio generale appena insediato ha riconfermato il direttivo uscente composto da Paolo D’Anca, reggente, Luca Gintili, Gaetano La Braca e Dathan Di Dio.

Al congresso è seguita una tavola rotonda che ha provato a focalizzare il ruolo della Filca nei processi di sviluppo e dal titolo “Ridiamo dignità al nostro territorio”

L’edilizia sostenibile è la nostra prossima sfida, e siamo convinti che il settore edile e la filiera non sono l’antitesi della difesa dell’ambiente ma ne rappresentano il presupposto per il rilancio strategico. Ma per far questo occorre conciliare il rispetto ambientale con le esigenze del territorio, trasformando le zone dismesse in strutture produttive, per creare lavoro e occupazione“. Lo hanno detto la segretaria nazionale della Filca Cisl, Cristina Raghitta e il segretario regionale Paolo D’Anca,  durante i lavori ai quali hanno partecipato, tra gli altri, il deputato regionale del Partito democratico, Nello Dipasquale, il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, la responsabile Clima ed Energia di Lega Ambiente Sicilia, Anita Astuto,  Giorgio Firrincieli, presidente dell’Ance Ragusa, il direttore Cementi Ragusa Spa, Nunzio Tumino, e la segretaria generale della UST Cisl Ragusa- Siracusa, Vera Carcasi.

La sostenibilità per la Filca – hanno aggiunto- è un tema cruciale, serve un cambio di paradigma per il mondo industriale, promuovendo soluzioni meno impattanti, investendo sulla qualità dei prodotti, e puntando sulla rigenerazione, senza mai perdere di vista una visione strategica che abbia come fulcro l’asse che coniuga ambiente, lavoro e azione sindacale. Ma soprattutto è necessaria -hanno concluso- una nuova responsabilità sociale d’impresa, alzando l’asticella della sicurezza e della legalità, eliminando aziende che inquinano il mercato e avendo sempre come priorità la tutela dei lavoratori e dei livelli occupazionali“.

Al termine la Filca Cisl Ragusa Siracusa ha donato un quadro alla città di Pozzallo “In segno di grande stima e ringraziamento perché porto sicuro e accogliente per i viaggiatori migranti”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo