Consumi idrici del Comune di Siracusa, Coppa replica a Forza Italia: “già avviata una razionalizzazione della spesa”

L'assessore ribatte punto su punto a quanto sollevato sabato mattina da Forza Italia, affermando come il Comune abbia già invertito la rotta sui consumi idrici

È già in essere da tempo una razionalizzazione della spesa idrica“. Ad affermarlo è l’assessore al servizio idrico, Pierpaolo Coppa che in questo modo risponde ufficialmente – in attesa della risposta all’interrogazione durante il question time del 25 ottobre – ai consiglieri di Forza Italia che sabato mattina avevano indetto una conferenza stampa per evidenziare costi anomali sui consumi idrici da parte di Palazzo Vermexio. L’assessore del Comune di Siracusa spiega come i plessi scolastici del Comune di Siracusa siano 40 affidati a 15 Istituti Comprensivi.

Gli studenti che frequentano gli istituti comprensivi della città di Siracusa – dice l’assessore – sono oltre 12.500, oltre a centinaia di docenti, personale amministrativo ed ausiliario. Alcuni istituti comprensivi sono dotati di palestre scolastiche utilizzate dalle associazioni sportive nelle ore pomeridiane.” Il tutto per una spesa di 350.000 euro per i 40 plessi scolastici. “È sufficiente dividere il numero di studenti per il costo annuale – ancora – e forse si comprenderà che utilizzare i termini “Watergate” o “scandalo” è errato“.

Attenzione che successivamente passa ai costi idrici per quanto riguarda gli impianti sportivi del Comune di Siracusa: Stadio De Simone, Campo Scuola e campo di calcio Di Natale, Campo di Calcio di Belvedere, Campo di Calcio di Cassibile, Cittadella dello Sport e Palestra Akradina. “La Cittadella dello sport è un impianto polivalente con piscina, palazzetto dello sport , pista di pattinaggio, spazi sportivi all’aperto – prosegue l’assessore -. Tutti i giorni migliaia di siracusani e non solo frequentano gli impianti sportivi. Tutte le domeniche si svolgono manifestazioni sportive“. Ricordando inoltre come il capitolato dell’affidamento della Cittadella preveda che nei primi tre anni tutti i consumi siano corrisposti al 50% dall’ente al quale è affidato l’impianto. Anche se il Circolo Canottieri Ortigia, come dichiarato sabato mattina dal presidente Valerio Vancheri (tra i presenti alla conferenza di Forza Italia) dal 9 maggio di quest’anno si è già fatta pienamente carico dei costi idrici degli impianti sportivi.

Per quanto riguarda il verde pubblico, le fontane e le aiuole, a detta dell’assessore Coppa “è opportuno e necessario ricordare che Siracusa ha un’estensione da città capoluogo e che si tratta di centinaia di prese idriche. Fatte queste premesse, proprio al fine di razionalizzare l’uso delle risorse idriche nelle scuole, il 12 giugno 2019 il Comune di Siracusa ha rinnovato l’invito ai Dirigenti Scolastici a disporre la chiusura, ove possibile, dei rubinetti generali ovvero del contatore idrometrico nel periodo di chiusura delle scuole. Quindi è già in essere da tempo una razionalizzazione della spesa”.

L’assessore coglie di buon grado la polemica garbata dei forzisti,”purché l’analisi dei dati sia completa e che sulle misure di razionalizzazione e di efficienza vi sia la consapevolezza che serve la collaborazione di tutti, nessuno escluso: uffici comunali, giunta e consiglio ed utenti. Ogni goccia d’acqua sprecata, produce danni all’ambiente e toglie risorse alla collettività. Le misure proposte vanno nella giusta direzione e siamo pronti ad accoglierle.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo