In tendenza

Conversazioni siracusane al tramonto: “Non è un destino. La violenza maschile contro le donne, oltre gli stereotipi”

Ad accompagnare la Palladino saranno la dirigente scolastica Simonetta Arnone, in rappresentanza del gruppo, e l’avvocato Marilena del Vecchio dal Centro Antiviolenza Ipazia di Siracusa

Si concluderà il prossimo 26 luglio il primo ciclo di incontri in presenza, organizzato dalla Brigata Rosa e da Cav Ipazia di Siracusa, insieme alla Biblioteca comunale di Siracusa e all’Assessorato ai Beni culturali. Nuovo ospite delle “Conversazioni siracusane al tramonto”, nel Cortile dell’ex liceo Gargallo, sarà la sociologa Lella Paladino con il suo ultimo testo “Non è un destino. La violenza maschile contro le donne, oltre gli stereotipi”, Donzelli editore. Ad accompagnare la Palladino saranno la dirigente scolastica Simonetta Arnone, in rappresentanza del gruppo, e l’avvocato Marilena del Vecchio dal Centro Antiviolenza Ipazia di Siracusa.

“Ci si salva insieme alle altre. Quando si esce dall’isolamento e si chiede aiuto” è questa una dichiarazione rilasciata mesi addietro dalla sociologa che sembra ben rappresentare anche il costante impegno del gruppo di donne siracusane, in lotta contro la violenza di genere e impegnate anche  per la diffusione di codici culturali non discriminatori. In tal direzione si sono svolti infatti, anche i due precedenti incontri culturali che hanno visto protagoniste le scrittrici Simonetta Lo Iacono con La tigre di Noto, e Marinella Fiume con l’ultimo libro-inchiesta “le Ciociare di Capizzi”. Due testi che hanno consentito di affrontare le svariate tematiche che afferiscono alla cultura di genere. “La storia di una donna “contro” i pregiudizi dell’epoca capace di sottrarsi ad un  destino segnato e la ricerca storica sulle marocchinate avvenute anche in Sicilia. L’autodeterminazione femminile e la violenza fisica presentata sotto diversi profili.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo