Coppa Italia: Siracusa 1 – 0 Castiglione

Castiglione: 0
Giordano, Curcuruto (62’ Spataro), Spartà, Caggegi, Lunetto, Gisino, Antonuzzo, Savanarola, Lembo (60’ Arenella), Iervasi, Frazzica (83’ Scillufo).
A disp: Pastore, Giaquinta, Landolfi. All. Mirto

Siracusa: 1
Fornoni, Accaputo, De Pascale, Mariniello, Strigari, Occhipinti, Gaudio (86’ Giurdanella), Berti, Sarli, Garufi, Esposito.
A disp: Siringo, Iodice, Mancino, Cavarra, Ville, Cosentino. All. Auteri

Arbitro: Pollace di Palermo
Assistenti: Mandis di PA e Tomarchio di AG

Rete: Garufi al 16’

Spettatori: 300
Non giocava una partita ufficiale dal 20 gennaio 2008,
il giorno del brutto infortunio. Era il pomeriggio di Acicatena-Siracusa. Oggi, ben sette mesi dopo, il grande ritorno: finalmente in campo, sin dal primo minuto, Maurizio De Pascale, il capitano.

Auteri lo schiera nella solita difesa a tre, accanto ad Occhipinti e allo juniores Strigari. Lasciato a riposo, per precauzione Giovanni Iodice. Squalificato, insieme a Catania, Max Ginobili. Indisponibile, per motivi personali, anche Vincenzo Cosa. Formazione, dunque, rimaneggiata, e tridente inedito, con Sarli punta centrale, con ai lati Garufi e Gaudio.

La partita, in campo neutro a Palazzolo, viene condizionata dal forte temporale che si abbatte, proprio pochi minuti prima del fischio d’inizio, nella cittadina siracusana. Già al quinto, l’arbitro si vede costretto a mandare tutti negli spogliatoi e a sospendere la gara, per la violenta grandinata.

Circa venti minuti dopo, si riparte. Il Siracusa è in attacco, vuole subito cancellare la deludente prestazione di domenica scorsa, e al 16’, colpisce con Garufi, che ben servito da Sarli, trafigge il numero uno etneo.
Intorno al 25’, l’incredibile errore sotto porta di Gaudio.
Sarli s’invola sulla fascia e mette in mezzo per l’ex primavera del Crotone, che a pochi metri dalla porta, riesce a sbagliare un gol, essenzialmente, già fatto.
Non finisce qui: gli azzurri riescono a sprecare ancora, anche dagli undici metri. Stavolta tocca allo stesso Sarli, che si fa ipnotizzare da Giordano, e si fa parare il rigore.

Nella ripresa, il ritmo cala decisamente, e a parte qualche calcio d’angolo conquistato dagli aretusei, non succede più nulla. Fornoni, praticamente, non viene mai chiamato in causa.

La gara termina uno a zero in favore degli azzurri, che chiudono il triangolare a tre punti, gli stessi del Palazzolo. Sarà decisiva, di conseguenza, per il passaggio al secondo turno di Coppa Italia, la sfida finale di domenica tra Palazzolo e Castiglione.

Presente, ad assistere all’incontro, l’intera squadra del Palazzolo, staff tecnico compreso, e circa 300 tifosi giunti da Siracusa, nonostante il giorno lavorativo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo