fbpx

In Sicilia 1.726 attuali positivi e 95 guariti

Coronavirus e arte: i quadri del siracusano Bramante in vetrina a Milano per evitare sovraffollamento

Per evitare il sovraffollamento durante l'inaugurazione, la galleria ha deciso di anticipare al 3 marzo la personale di Bramante esponendo ogni giorno in vetrina un'opera nuova dell'artista siracusano

Dal 6 marzo al 18 aprile è in programma a Milano la mostra di fotografie ‘New York, New Delhi, New Old’ di Davide Bramante. Un evento che rischiava di scontrarsi con le disposizioni della Regione Lombardia in merito al Coronavirus. Ma per Fabbrica Eos “l’arte non si ferma”. E così, per evitare il sovraffollamento durante l’inaugurazione, la galleria ha deciso di anticipare al 3 marzo la personale di Bramante esponendo ogni giorno in vetrina un’opera nuova dell’artista siracusano, “per permettere ai passanti e agli appassionati di poter comunque visionare le opere“.

La galleria resterà aperta dalle 11 alle 18, come disposto per questi eventi dalla Regione Lombardia. “Una decisione – spiega Fabbrica Eos – presa a tutela dell’arte, che prosegue la sua strada così come tutti noi. Dobbiamo proseguire nella normalità della vita rispettando le regole che ci sono state date a tutela della nostra salute”.

“Il mio modo di fotografare è identico al mio modo di ricordare, pensare, sognare, sperare, tutto avviene per sovrapposizioni temporali e spaziali“: così l’artista siracusano descrive la sua ricerca fotografica.

“Le sue opere – spiega la galleria – rappresentano visioni simultanee che spesso vengono accostate ad uno stile futurista. Attraverso delle stratificazioni, Bramante presenta delle immagini che fanno da specchio alla società contemporanea in un gioco di luci e ombre che si sovrappongono unendo fino a 9 fotogrammi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo