Corso Gelone: Continuano Le Manifestazioni Dei Lavoratori

Continuano le manifestazioni dei lavoratori contro i tagli del Governo.
E’ di ieri una manifestazione unitaria CGIL, CISL, UIL settore Funzione Pubblica.


I dipendenti degli Enti Pubblici non Economici, Ministeri ed Agenzie Fiscali sono in agitazione per la vertenza sulla riforma del rapporto di lavoro pubblico,
sul rinnovo del Contatto Collettivo Nazionale, sulla riorganizzazione e sulla riqualificazione dei servizi.

C’è tanta carne al fuoco per una mobilitazione articolata che vedrà tre distinte giornate di sciopero: una per il Nord, una per il Centro ed una per il Sud e le Isole se non si ottiene l’avvio di un negoziato con il Governo prima che la Finanziaria sia approvata.

“Giù le mani dai salari e dai diritti” reclamano in un volantino i manifestanti che oggi sono sfilati nelle vie principali della città. Con canti, fischietti e proteste hanno fatto sentire la loro voce, si sono mobilitati in tanti, esasperati dalla perdita del potere d’acquisto dei loro salari, dagli aumenti irrisori dei contratti, incapaci di far fronte all’inflazione, ed amareggiati dai tagli negli organici e nelle assunzioni.

In un clima di incertezza, dove il futuro non ha le tinte rosa sperate, i lavoratori si sentono abbandonati; le risorse stanziate continuano ad essere quelle fino ad oggi considerate insufficienti.
Ed allora tutti in piazza a manifestare prima che la Finanziaria detti legge per un altro anno.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo