Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, 162 in provincia di Siracusa

In tendenza

Covid. Dopo Augusta, scuole chiuse anche a Melilli e un plesso a Priolo

Il provvedimento sarà in vigore dal 22 al 27 marzo

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in applicazione dell’articolo 43 del Dpcm 2 marzo 2021, e a seguito della relazione settimanale del Dipartimento regionale Asoe, ha appena disposto la chiusura delle Istituzioni scolastiche nei seguenti Comuni: San Mauro Castelverde, Caltavuturo, Ventimiglia di Sicilia, Mezzojuso, Torretta, Altavilla Milicia, Trabia, Terrasini per la provincia di Palermo; Caltanissetta, Montedoro, Serradifalco, per il territorio nisseno; Regalbuto e Sperlinga nell’Ennese; Calamonaci, Villafranca Sicula, Sant’Angelo Muxaro in provincia di Agrigento; Santa Maria di Licodia, Biancavilla e Licodia Eubea nel Catanese; Melilli, in provincia di Siracusa (ma il sindaco Giuseppe Carta aveva già disposto lo stop per quasi tutte le scuole). Il provvedimento sarà in vigore dal 22 al 27 marzo.

A Priolo l’intero plesso Largo Scuole sarà sottoposto a pulizia, disinfezione straordinaria e sanificazione. Ciò in seguito al caso di Covid comunicato oggi dall’Asp di Siracusa al Sindaco di Priolo, Pippo Gianni, e al dirigente scolastico, Enzo Lonero, che ha portato alla chiusura dell’intero Istituto. Il Coordinamento Gruppo Covid dell’Azienda Sanitaria, dopo avere accertato la positività di uno studente, ha disposto l’obbligo di quarantena per la classe frequentata  dall’alunno, per 14 giorni, a decorrere dalla data dell’ultimo contatto con il soggetto positivo, ai sensi e agli effetti delle disposizioni vigenti. La chiusura dell’intero plesso scolastico è stata decisa in via precauzionale per permettere l’effettuazione degli interventi di sanificazione. A ciò si aggiungono le scuole chiuse ad Augusta e l’istituto Raiti a Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo