Crispino, l’eroe dei due… rigori del Siracusa calcio: “qualcosa di straordinario. Sul mio futuro, vedremo”

Una salvezza merito del tecnico Ezio Raciti, capace di portare gli azzurri in acque sicure: "Dedico la salvezza ai ragazzi che sono stati encomiabili - ha detto Raciti -, un grande girone di ritorno con vittorie pesanti"

Un successo bello, sperato e sofferto. Nella vittoria di misura di ieri del Siracusa contro il Catanzaro ci sono stati tutti gli elementi per iscrivere l’incontro tra quelli da ricordare per il tifo azzurro. Il gol di Vazquez, all’ottavo centro stagionale ha indirizzato l’incontro, mentre i due rigori parati in un due minuti da Diamante Crispino hanno messo il sigillo più bello sulla salvezza del Siracusa calcio. Una piccola impresa sportiva quella del numero 1 azzurro che con il doppio tuffo sulla propria destra (il primo su Fischnaller, il secondo su Bianchimano, si è conquistato l’attenzione anche delle testate nazionali.

Due rigori parati in cinque minuti è qualcosa di straordinario – ha detto Crispino a fine partita -, nel primo ho utilizzato l’intuito, nel secondo ho aspettato sino alla fine. Futuro? Mi godo questa bellissima salvezza. Poi vedremo“.

Una salvezza che ha come artefice Ezio Raciti, che dal ruolo iniziale di traghettatore è diventato il vero comandante del Siracusa, capace di portare una nave in tempesta in acque sicure.

Dedico la salvezza ai ragazzi che sono stati encomiabili – ha detto Raciti -, un grande girone di ritorno con vittorie pesanti. Oggi è stata una grande vittoria contro una delle squadre più forti del campionato. Il successo e la salvezza sono meritati. Voglio spendere una parola per Fricano, anima della squadra. Partita elettrizzante con due rigori parati, Crispino aveva esordito bene con il Catania, ha chiuso alla grande. Non è tempo di bilanci, godiamoci la salvezza. Condivido questa salvezza con presidente e Ds. Orgoglioso dei complimenti ricevuti da Paolo Lombardo.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo