In tendenza

Da oggi in vigore le nuove norme con l’obbligo del super greenpass: è quasi lockdown per i non vaccinati

I tempi per la somministrazione del booster diventano più brevi: sarà possibile riceverlo già dopo 4 mesi, anziché 5. Ma non si tratta di tempi obbligatori


Entrano in vigore da oggi le norme già previste dal decreto festività che prevede l’obbligo di Super Green Pass per tutta una serie di attività e luoghi per i quali era finora consentito l’accesso anche con il Green Pass base. A partire dai trasporti: da oggi non basterà più avere solo il tampone negativo per salire su un qualsiasi mezzo di trasporto che sia a lunga percorrenza (aerei, treni, navi, pullman) ma anche per accedere ai trasporti locali, dai bus alle metropolitane.

Da oggi cambiano le procedure per tutti i passeggeri che si sposteranno in aereo con voli nazionali. Scatterà, infatti, l’obbligo del “Green Pass rafforzato” (che si ottiene solo a seguito di vaccinazione o guarigione, o di certificati equivalenti così come stabilito dal DL dello scorso 30 dicembre), ad eccezione dei minori di età inferiore ai 12 anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica.

Sarà necessario il vaccino o il certificato di guarigione anche per entrare in palestra o in piscina, in un museo o a una mostra, per fiere, convegni, congressi, centri benessere e terme (tranne che per i servizi sanitari), per sale giochi e parchi divertimento. Super Green Pass necessario anche per andare negli alberghi o in qualsiasi altra struttura ricettiva e per partecipare a matrimoni o feste per cerimonie civili o religiose. Il certificato verde rafforzato sarà obbligatorio ovunque, tranne che nei negozi e per i servizi essenziali

Insomma, da oggi è quasi lockdown per i non vaccinati mentre i tempi per la somministrazione del booster diventano più brevi: sarà possibile riceverlo già dopo 4 mesi, anziché 5. Ma non si tratta di tempi obbligatori.

Prossima scadenza il 20 gennaio. Per l’accesso ai servizi alla persona, ai negozi, alle banche e gli uffici pubblici basterà il Green pass base, quello che si ottiene anche con il tampone, oltre che per vaccino o guarigione. Praticamente per ogni servizi pubblico o privato servirà il pass base, eccetto che per andare a comprare il cibo.

Quindi 1 Febbraio. I lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età dovranno fare almeno la prima dose perché dal 15 febbraio 2022 sarà necessario il Green Pass Rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro fino al 15 giugno 2022. Per accedere a tutti i pubblici uffici, le banche, le finanziarie, gli uffici postali sarà necessario avere almeno il Green Pass base, ossia quello che si ottiene con tampone negativo (rapido o molecolare).

Infine, per adesso, il 15 febbraio. Scatta l’obbligo di presentare il Super Green Pass per i lavoratori over 50. 100 euro è la sanzione amministrativa per chi non osserva l’obbligo di vaccino. Multe ben più salate per chi prova ad accedere al luogo di lavoro senza aver adempiuto all’obbligo: da 600 a 1.500 euro.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo