In tendenza

Deposito di armi e droga in una cava tra Noto e Rosolini rinvenuto dai Carabinieri

In totale i militari hanno rinvenuto un fucile, tre pistole, di cui due provento di furto, e circa un centinaio di munizioni di vario calibro, due bilancini di precisione, circa 700 grammi di cocaina divisa in 6 panetti, 600 grammi di eroina divisa in 18 ovuli e circa un chilogrammo di hashish suddiviso in 9 panetti

I Carabinieri della Compagnia di Noto nelle prime ore della mattinata odierna, proseguendo i controlli straordinari intrapresi negli ultimi mesi, hanno rinvenuto in una grotta ben nascosta dalla vegetazione all’interno di una cava dismessa al confine tra Noto e Rosolini un cospicuo quantitativo di armi, munizioni, stupefacenti e bilancini di precisione abilmente occultati e custoditi in zaini e buste in cellophane.

Un fucile, tre pistole, di cui due provento di furto, e circa un centinaio di munizioni di vario calibro, due bilancini di precisione, circa 700 grammi di cocaina divisa in 6 panetti, 600 grammi di eroina divisa in 18 ovuli e circa un chilogrammo di hashish suddiviso in 9 panetti, questo il bilancio dell’attività svolta dai militari della Compagnia di Noto che consente di dare l’ennesima chiara risposta dell’Istituzione all’esigenza di sicurezza della popolazione. Le armi sequestrate, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Siracusa, verranno presto inviate al Ris di Messina per gli accertamenti di laboratorio finalizzati a comprendere se siano state utilizzate per il compimento di attività delittuose sul territorio nazionale.

Ulteriori servizi di controllo straordinario sono in programma nelle prossime settimane con il chiaro obiettivo di contrastare il traffico di sostanze stupefacenti e l’illecita circolazione di armi che costituisce un pericolo per la collettività.

           


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo