Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, 162 in provincia di Siracusa

In tendenza

Discarica di Lentini, parla il neo assessore regionale Baglieri: “al lavoro per trovare soluzione”

L'impianto ha comunicato ufficialmente a circa 150 comuni l'impossibilità di ricevere altri rifiuti a partire dal 31 marzo

Poche righe, poche parole ma al momento nessuna risposta certa. Il neo assessore regionale all’Energia Daniela Baglieri è intervenuta ufficialmente ieri sera sulla vicenda della limitazione del conferimento di rifiuti indifferenziati a partire dal 31 marzo nella discarica “Sicula Trasporti” di Lentini. Proprio ieri, infatti, gli amministratori giudiziari dell’impianto hanno inviato a circa 150 comuni l’impossibilità di ricevere altri rifiuti a partire dal primo di aprile in quanto “la discarica raggiungerà la sua capienza massima all’incirca nella prima settimana del mese di maggio”.

Siamo già al lavoro con il dirigente generale del dipartimento Acqua e rifiuti, Calogero Foti, per promuovere un confronto con le Srr, per individuare possibili soluzioni al problema, nel breve periodo” le poche parole in merito rilasciate ieri dalla Baglieri. Che possono voler dire tutto o nulla ma che di certo non offrono le rassicurazioni né le indicazioni che i comuni richiedono su dove poter smaltire i rifiuti da aprile. 

La “saturazione” dell’impianto di Grotte San Giorgio non è certo un fulmine a ciel sereno, tanto che l’azienda – oggi in amministrazione giudiziaria a seguito dell’indagine Mazzetta Sicula – ha da tempo richiesto un nuovo ampliamento. La scorsa settimana si è tenuta la conferenza dei servizi cui hanno partecipato anche i 3 comuni limitrofi all’impianto, vale a dire quelli di Lentini, Carlentini e Francofonte che in merito hanno espresso il proprio diniego.

Adesso la palla è nel campo della Regione e del neo assessore Baglieri che avrà una ventina di giorni circa per sbrogliare questa matassa sempre più intricata.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo