In tendenza

Divieto di dimora per il sacerdote arrestato a Sortino

Il giudice per le indagini preliminari lo ha rimesso in libertà, modificando la misura dei domiciliari

Si è tenuta oggi l’udienza di convalida dell’arresto di padre Vincenzo Cafra davanti al Gip del tribunale di Siracusa, Salvatore Palmeri. Il sacerdote, assistito dall’avvocato Francesco Fazzino, ha risposto alle domande che gli sono state rivolte e il giudice per le indagini preliminari lo ha in seguito rimesso in libertà.

Al parroco della chiesa Madre di Sortino è stata però applicata la misura cautelare del divieto di dimora nel comune montano.

Cafra era stato tratto in arresto con l’accusa di estorsione e posto ai domiciliari. Il sacerdote avrebbe preteso dei soldi per la celebrazione dei funerali, stabilendo una tariffa intorno ai 100 euro in almeno 4 occasioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni