In tendenza

Due Poliziotti In Borghese Arrestano Una “Lucciola” Spacciandosi Per “Clienti”

In questi giorni, gli Agenti del Commissariato di Lentini, unitamente ai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, sono impegnati in servizi straordinari di prevenzione generale e di controllo del territorio.

Il nuovo piano di controllo del territorio prevede anche il pattugliamento nelle strade SS 194 ed SS 385 ove si denota la presenza di donne, soprattutto extracomunitarie, dedite all’attività di meretricio, al fine di prevenire ed eventualmente reprimere l’attività criminosa dello sfruttamento.
L’altroieri alle ore 16.30, nell’ambito di tali servizi, gli Agenti hanno tratto in arresto VALENTINA Valentina (in foto), classe 1983, di origine ganese e, denunciato, in stato di libertà, S. G., classe 1983, di origine liberiana.

In specie, nell’ambito di servizi, gli Agenti si recavano in Contrada Bonvicino, sull’arteria stradale S.S. 385.
Giunti all’altezza del Km. 4,000 circa, sul ciglio della carreggiata veniva notata la presenza di una giovane donna di colore che, abbigliata in modo sconveniente, ossia quasi totalmente svestita, era intenta a svolgere l’attività del meretricio. Difatti, alla presenza degli operatori, i quali si erano presentati in abiti civili ed a bordo di auto con colori di serie, la donna dichiarava senza indugio il prezzo da pagare per una prestazione sessuale.

La stessa, a richiesta degli operatori, che avevano frattanto rivelato la propria qualità, riferiva di chiamarsi G. S., di 24 anni e di essere senza fissa dimora.
Priva di documenti d’identificazione la donna è stata accompagnata presso gli uffici della Polizia Scientifica della Questura di Siracusa al fine di procedere alla sua compiuta identificazione.

Dalle verifiche effettuate risultava che la donna aveva già fornito in diverse occasioni altri nominativi. Per tali motivi la stessa è stata denunciata oltre che per atti contrari alla pubblica decenza, anche per falsa attestazione sulla propria identità.
Altri Agenti del Commissariato proseguivano il pattugliamento e sul ciglio della strada notavano la presenza di un’altra donna di colore, anch’essa quasi totalmente svestita, intenta a svolgere l’attività del meretricio.

Questa, compreso che trattavasi di Operatori di Polizia, cominciava a dimenarsi energicamente e, non riuscendo a fuggire aggrediva i Poliziotti anche con morsi.
Con non poca fatica, la straniera veniva bloccata e dichiarata in arresto.
La donna veniva, anche denunciata per atti contrari alla pubblica decenza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo