In tendenza

Duplice omicidio di contrada Xirumi a Lentini: chiesto l’ergastolo per Sallemi e Giammellaro

Udienza rinviata il 10 maggio per le arringhe dei difensori delle parti civili. Il 24 toccherà alla difesa degli imputati

Nell’udienza di stamane al palazzo di giustizia, iniziata alle 10,30 e conclusasi intorno alle 14, il pm della Procura di Siracusa, Andrea Palmieri, ha chiesto l’ergastolo per Giuseppe Sallemi, 44 anni, accusato del delitto di Massimiliano Casella, Agatino Saraniti e del tentato omicidio di Gregorio Signorelli, scampato all’agguato del 9 febbraio 2020.

Per Sallemi il Pm ha chiesto anche due anni di isolamento diurno. Per Luciano Giammellaro, l’accusa ha sollecitato il carcere a vita per l’omicidio di Agatino Saraniti.

Secondo la ricostruzione della Procura di Siracusa, Sallemi e Giammellaro  quella notte si erano recati in un fondo agricolo per rubare arance insieme ad un terzo amico, Gregorio Signorelli, 36 anni, rimasto ferito. Quest’ultimo venne interrogato dagli inquirenti ai quali raccontò di essere rimasto vittima, insieme agli altri due catanesi, di una vera e propria spedizione punitiva. Le vittime furono uccise a colpi di fucile dopo il furto di arance.

Il racconto di Signorelli dall’ospedale aveva fornito precise indicazioni al sostituto procuratore Andrea Palmieri su chi aveva commesso il delitto. Sallemi svolgeva un regolare servizio di guardiania mentre Giammellaro, pensionato, avrebbe collaborato secondo gli investigatori, con lui.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo