fbpx

Edilizia Scolastica Tiche: “Vero Scandalo Tra Verità Non Dette E Finanziamenti Perduti!”

Ancora tiche, protagonista di episodi negativi, denunciati dai consiglieri di circoscrizione.
Un non indifferente “problema-scuole” viene sottolineato da Andrea Buccheri, Valentina Buda, Fabio Fazzina, Emanuele Miraglia, Sergio Pillitteri, del quale riportiamo integralmente la nota:

“All’apertura del nuovo anno scolastico il Sindaco Visentin si è affrettato a dichiarare che tutte le scuole di Siracusa sono a norma di legge.
Siamo costretti a smentirlo, perché su questa vicenda non dice la verità; sconfessato, peraltro, dagli stessi dirigenti e tecnici comunali che, da noi interpellati sullo stato reale dell’edilizia scolastica a Tiche, ci hanno dimostrato – documenti alla mano – che sui 6 istituti scolastici del quartiere (“Costanzo”, “Archimede”, “Giaracà”, “L. Capuana”, “Montessori” e “Andersen” ) solo uno ha il certificato di agibilità (si tratta della scuola materna ed elementare “L. Capuana” di via Augusta) e che nessuno ha il certificato di prevenzione incendio (obbligatorio per legge negli edifici che ospitano più di cento persone).

Ma c’è di più: il Comune di Siracusa ha partecipato al bando dell’Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) per migliorare le condizioni degli istituti scolastici sotto il profilo della normativa sulla sicurezza, presentando ben tre progetti relativi alle scuole “Costanzo”, “Vittorini” e “Mazzini”. Ebbene, nessuno dei progetti è stato ammesso, con la conseguente perdita di finanziamenti per oltre un milione di euro!
Un vero scandalo ed un’ irresponsabile mancanza di programmazione per la sicurezza delle scuole.

Nel P.E.G. (Piano Esecutivo di Gestione) l’amministrazione Visentin ha previsto solo 100.00,00 € per gli interventi ordinari, altrettanti per quelli straordinari e 70.000 € da destinare direttamente ai dirigenti di tutte le 41 scuole di Siracusa; una vera e propria elemosina, insufficiente a fronteggiare le gravi carenze strutturali delle scuole siracusane.

Nella tanto rimpianta giunta Fatuzzo alla sicurezza delle scuole erano destinati oltre 2 miliardi e mezzo delle vecchie lire.
Se si considera, poi, che dopo il pensionamento dell’ing. Giddio il “settore edilizia scolastica” è stato declassato a semplice “servizio” senza dirigente, con solo 4 tecnici ed un amministrativo, costretti a lavorare in condizioni precarie e senza un’automobile di servizio per gli spostamenti nelle varie scuole, la situazione appare in tutta la sua drammatica desolazione!

Il Sindaco Visentin, anziché affannarsi a dimostrare l’impossibile e cioè che la sua giunta ha lavorato bene in questo primo anno, si raccordi prima e meglio con i suoi dirigenti e tecnici che – ne siamo certi – gli eviterebbero altre brutte figure!”.

In allegato, il certificato di agibilità e la graduatoria delle scuole siciliane (tra cui quelle di Siracusa) non ammesse dall’Inail (1° foglio) (2° foglio).


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo