fbpx

Elezioni europee. In Sicilia esultano tutti, anche a Siracusa (senza rappresentanti a Bruxelles). Ma mentono tutti, chi più chi meno

A far parlare è anche il dato abnorme dell'astensionismo (ha votato il 42,88%) indica chi ha veramente perso: la politica. E i siciliani che non sono andati a votare

In Sicilia esultano tutti, come accade ogni lunedì post elezioni. A Siracusa pure, più o meno, ma senza alcun rappresentante a Bruxelles. Unica ipotesi, al momento remota, l’eventuale rinuncia di Stancanelli che potrebbe preferire il Senato a Roma invece dell’Europarlamento, aprendo quindi le porte al sindaco di Avola, Luca Cannata.

Il Movimento 5 Stelle ha vinto, lo dicono i deputati regionali del M5S: “tra luci e ombre queste elezioni europee mostrano un dato incontrovertibile. Il M5S c’è, è solidissimo ed è di gran lunga la prima forza politica isolana, che tiene a notevole distanza la Lega, staccata di oltre 10 punti, e praticamene doppia il Pd, relegato nell’isola a un ruolo nettamente marginale, come Forza Italia. Assieme alla Campania, la Sicilia ha ottenuto i migliori risultati in Italia, con picchi in alcuni Comuni, come a Priolo, di oltre il 50%”. Priolo alle precedenti elezioni nazionali era praticamente diventata una roccaforte grillina superando addirittura il 70%, ma si sa che le Amministrative sono altra roba e infatti il sindaco è il tutt’altro che grillino Pippo Gianni: l’ex parlamentare nazionale e regionale è stato eletto con il 43,57% dei consensi.

I pentastellati esultano. La Lega pure, visto che in Sicilia ottengono due seggi con Annalisa Tardino e Francesca Donato. Contenta Fratelli d’Italia per aver superato la soglia di sbarramento e per essere un punto di riferimento a destra, anche a livello provinciale (dove però nessuno cita né ringrazia i 20 mila voti di Cannata, “dimenticanza” notata e fatta notare ma non corretta anche sui social).

Forza Italia accoglie con soddisfazione il risultato del presidente Silvio Berlusconi, che torna su uno scranno parlamentare, e vede Giuseppe Milazzo volare a Bruxelles: “Le Europee – dice l’assessore regionale Marco Falcone – evidenziano come l’affermazione forzista in Sicilia rinsalda e rafforza il primato del centrodestra nella politica isolana”.

E buoni i risultati del Pd a Siracusa, con il parlamentare regionale Giovanni Cafeo che considera positivo il risultato, con l’elezione di Pietro Bartolo e la seconda posizione di Caterina Chinnici. “Naturalmente non si può parlare di una vittoria piena – continua il deputato regionale del Pd, con schiettezza – perché il dato della Lega oltre a farci capire che occorre un maggiore impegno, ci costringe ad aprire una seria riflessione sia interna sia nel rapporto con i cittadini”.

Quindi vincono tutti. Ma… le elezioni europee sono altra roba. E c’è chi deve leccarsi le ferite. E per ora non parla o ignora: il Movimento 5 Stelle non dice che ha dimezzato i voti dalle elezioni Politiche di un anno fa e la scelta di Di Maio di puntare sulla capolista Alessandra Todde (terza) non è stata trainante. Anzi. L’ex ministro Saverio Romano pur essendo il quarto forzista più votato d’Italia è battuto da Giuseppe Milazzo e Forza Italia paga in termini di consensi anche per l’addio del sindaco di Catania Salvo Pogliese. Non riconfermate Michela Giuffrida del Pd: la giornalista catanese è finita quarta anche dietro al candidato sardo e la sua è una sconfitta, pesante. Come quella dei big della Lega Igor Gelarda e Angelo Attaguile. Qualcosa deve risolverla anche Fratelli d’Italia, che vede tornare correnti interne finora sopite per il bene della causa. Si vedrà. E poi hanno perso gli altri partiti, di estrema destra o di sinistra, chi voleva +Europa e la vede da lontano (1,94% in Sicilia) così come La Sinistra (1,64%) ed Europa Verde all’1,27%. Hanno perso i partitini che non hanno superato neanche l’1%. E sono addirittura 7.

E infine il dato abnorme dell’astensionismo (ha votato il 42,88%) indica chi ha veramente perso: la politica. E i siciliani che non sono andati a votare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo