Floridia, all’istituto Volta la “Festa dell’albero”: piantumate nuove piante e inugurato un parco giochi

La giornata è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente l’inno della scuola

Inaugurato il parco giochi annesso alla scuola dell’infanzia del secondo Istituto comprensivo Alessandro Volta. Questa mattina la cerimonia, nel corso della “Festa dell’albero”, celebrata ogni anno il 21 novembre, che è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente l’inno della scuola, cantato dagli allievi dell’istituto, scritto dall’ex preside del Volta, Concetto Rossitto, e la cui musica è stata composta dal docente Piero Cicero.

“Il parco giochi è frutto di un lavoro iniziato alcuni fa e portato avanti dai dirigenti scolastici che mi hanno preceduto, Marianna Sanzaro e Renato Santoro – ha sottolineato il dirigente Mario Bonanno -, e che vede la luce in una giornata importante per la nostra scuola, come la festa dell’albero, appunto, che quest’anno ha un significato ancora più importante visti i gravi cambiamenti climatici che sta vivendo il nostro pianeta. La scuola si è impegnata finanziariamente a ripulire quest’area perché è un parco bellissimo ed è un messaggio che vogliamo lanciare non solo alla nostra scuola, ai genitori, alle famiglie, agli alunni, ma a tutta la comunità floridiana, perché Floridia merita queste manifestazioni e merita quella bellezza che “salverà il mondo””.

La “Festa dell’albero” è stata realizzata con la collaborazione di Legambiente, Cutgana e Corpo Forestale che hanno donato gli alberi che sono stati piantumati nell’area a verde in cui sorge il nuovo parco giochi, e con i volontari della Misericordia di Floridia.

Benedetto da padre Lorenzo, il parco è stato inaugurato dal commissario straordinario del Comune di Floridia Giovanni Cocco.

“Devo fare pubblicamente i miei complimenti a chi è riuscito con mezzi propri a realizzare una cosa così preziosa, perché la scuola è il primo grande momento di aggregazione dove ognuno di noi cresce e coltiva la sua personalità e sviluppa i suoi valori – ha sottolineato Cocco prima del taglio del nastro –. In macchina chiedevo se il Comune avesse messo delle risorse proprie in questa operazione. Mi è stata data una risposta secca e tranciante: No!. Questa è l’unica cosa che mi amareggia in quanto oggi rappresento il Comune di Floridia. Inutile negare che se l’amministrazione comunale oggi è rappresentata dal sottoscritto è perché ci sono state, e ci sono, delle difficoltà. Faremo di tutto per far sì che l’amministrazione sia presente, non solo sul territorio in senso lato, ma anche in ambienti e in situazioni come quelle scolastiche. Le difficoltà economiche del Comune sono innegabili, inutile prenderci in giro, ma faremo ogni sforzo perché l’amministrazione comunale possa essere presente e vicina alle istituzioni scolastiche, soprattutto in contesti come questo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo