Floridia, spacciava nonostante gli arresti domiciliari: finisce in carcere

All’interno di uno sgabuzzino i militari hanno rinvenuto tre panetti di hashish del peso complessivo di 300 grammi, una dose del medesimo stupefacente del peso di circa 4 grammi e 180 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Siracusa, impegnati in un mirato servizio di prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, Marzio Foti, classe 1984, siracusano, disoccupato e pregiudicato.

I Carabinieri hanno infatti eseguito una perquisizione nell’abitazione dove lo stesso era ristretto al regime degli arresti domiciliari per precedenti reati sempre connessi con lo spaccio di sostanze stupefacenti, nel corso della quale sono stati rinvenuti all’interno di uno sgabuzzino tre panetti di hashish del peso complessivo di 300 grammi, una dose del medesimo stupefacente del peso di circa 4 grammi e 180 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio.

Lo stupefacente sequestrato, ancora da dividere in dosi, sarebbe stato destinato probabilmente allo spaccio nella città di Siracusa ed avrebbe consentito di guadagnare migliaia di euro. Di fronte a tali evidenti indizi indicanti una concreta attività illecita, i militari dell’Arma hanno dichiarato in arresto io ragazzo e lo hanno condotto nei locali della Compagnia di Siracusa per le formalità di rito.

L’Autorità Giudiziaria ha, quindi, disposto la traduzione dell’arrestato nella casa circondariale di Siracusa in attesa dell’udienza di convalida di fronte al Giudice per le indagini preliminari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo