fbpx

Giornate Fai all’aperto a Melilli e Priolo, visite solo su prenotazione

A Melilli sarà possibile visitare il sentiero noto come Cento Scale. A Priolo le saline

Ci sono anche due siti del siracusano protagonisti della prossima giornata Fai che si terrà sabato 27 e domenica 28 giugno 2020 in oltre 200 luoghi in più di 150 località d’Italia, solo su prenotazione e nel rispetto delle norme anti Covid.

Un’iniziativa per risvegliare la curiosità e l’intelligenza dinnanzi a ciò che ci circonda, per interrogarci – come scrive Goethe – su ciò che abitualmente vediamo ma non conosciamo se non in superficie, e che vedrà protagonisti anche tutti i beni del Fai – Fondo Ambiente Italiano, per l’occasione anch’essi concentrati su proposte “all’aperto” declinate sul patrimonio verde.

A Melilli sarà possibile visitare il sentiero noto come Cento Scale che rappresenta uno dei più autentici custodi del patrimonio culturale immateriale della cittadina iblea. Le Cento Scale facevano da sfondo a contadini e cavatori che le attraversano cadenzando il ritmo dei loro passi allo scambio di racconti, opinioni, aneddoti, per poi raggiungere i primi le vaste pianure che da Melilli giungevano sino al mare di Augusta, i secondi il sottostante ingresso alla cava Pirrera di Sant’Antonio.

Poi, a Priolo Gargallo, sarà possibile visitare le saline di Priolo e Guglia di Marcello fra storia e natura, una passeggiata nella riserva dei fenicotteri.

Questa nuova edizione delle Giornate Fai si carica di un significato speciale ed emblematico: il momento storico che stiamo vivendo ha imposto a tutta la collettività di riorganizzarsi e reinventarsi, e il Fai è pronto per tornare a offrire al pubblico una ricca e intensa esperienza di visita, nel rispetto della massima sicurezza per tutti, cogliendo l’occasione per mettere al centro della propria proposta il patrimonio “verde” all’aperto di natura, ambiente e paesaggio del nostro Paese.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo