fbpx

Giro di vite dei vigili urbani: fioccano le multe sulle insegne dei negozi Martedi Incontro con Il Comandante Monterosso

 Da qualche giorno i Vigili Urbani stanno multando i titolari dei negozi della città che non possiedono la comunicazione inoltrata al Comune relativa insegne interne ed esterne e vetrofanie.

Un giro di vite che sta interessando in particolare modo, in queste ore, i commercianti di viale Tisia, Pitia e dintorni.

“Nulla da eccepire sul diritto/dovere di elevare la sanzione amministrativa – dice Veneziano rappresentante del Cenaco – però chiediamo più tolleranza, visto il momento di crisi e di inflessione di guadagni. La cifra non è da poco: 413 euro, quattro volte superiore all’incasso giornaliero di un piccolo negoziante. A chi pagherà la multa entro tre settimane recandosi dai Vigili Urbani sarà decurtato il cinquanta per cento circa. Per mezzo della stampa voglio lanciare un avvertimento: chi non si è mai messo in regola con l’autorizzazione lo faccia subito (i vari moduli li potrete scaricare o visionare dal sito www.cenaco.it; chi ha già l’autorizzazione la tenga a portata di mano, in negozio, per una pronta esibizione su richiesta di pubblico ufficiale)”.

“Una sanzione “rispolverata” inaspettatamente – continua Francesco Veneziano – dai Vigili Urbani di Siracusa d’intesa col Comune, quella sulle insegne e le vetrofanie.

I commercianti sono andati in ambasce, il tam tam rapidamente si è allargato sino a Corso Gelone ed oltre, per avvisare i negozianti sulla probabile visita dei vigili urbani e per munirsi anzitempo della relativa autorizzazione.

Purtroppo c’è chi è incappato nella rete. Ingiustamente. La multa è stata comminata anche a chi era in possesso dell’autorizzazione richiesta, ma che al momento della richiesta di esibizione, non aveva il documento con sé o in negozio. E qui il Cenaco chiede la tolleranza: dare la possibilità al commerciante di presentare la documentazione direttamente al Comando dei Vigili Urbani di via Molo e dichiarare di esserne in possesso. Una sorta di autotutela evitando così una sanzione pecuniaria di 400 euro. Non è poco! “

Questa la richiesta avanzata dal presidente del Cenaco Acradina Grottasanta, Francesco Veneziano, fatta all’assessore comunale alle Attività Produttive, Saro Fortuna con il quale e insieme all’assessore alla Polizia Municipale, Roberto Basile, incontrerà  martedì alle 9 negli uffici di via De Caprio il comandante dei Vigili Urbani Monterosso. Si parlerà di tolleranza non solo su questo fronte ma su tutte le problematiche attinenti al rapporto tra commerciante e polizia municipale: sicurezza, strisce blu, parcheggio e segnaletica selvaggia, suolo pubblico, ambulantato, etc…

 “Doverosa premessa: i vigili urbani svolgono il loro servizio con coerenza e coscienza – afferma Saro Fortuna, Assessore alle Attività Produttive – Venendo alla problematica sulle multe per mancata autorizzazione di insegne e vetrofanie, come assessore sono stato sempre sensibile alle indicazioni pervenute sia dal mio sindaco che dai commercianti. Cerco di trovare una intesa tra le parti. Ed ecco che la questione diventa “politica” : occorre trovare quale orientamento seguire. La riunione di martedì prossimo, insieme al collega Mauro Basile, e al comandante dei Vigili Urbani Monterosso, con i Cenaco, mi auguro possa servire a trovare una intesa su una delle tante problematiche sollevate.

La questione delle insegne: vero è che questo controllo arriva inaspettatamente dopo quasi 25 anni (cosi riferiscono i commercianti “colpiti”) e per giunta in un momento di grande crisi. Ma è anche vero che i Vigili Urbani stanno facendo il loro dovere. Cioè tutelare il territorio nelle varie forme. Discuteremo sulla soluzione migliore. Non posso uscire una soluzione dal classico cilindro. Occorre condivisione e compartecipazione”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo