In tendenza

Giuseppe Giansiracusa riconfermato alla guida della Flaei Cisl Ragusa Siracusa

Giansiracusa è stato eletto questa mattina al termine del Congresso convocato alla presenza del segretario generale di categoria, Vincenzo Asaro

Montagnino, D'Ignoti Parenti, Giansiracusa, Asaro, Guastella

Giuseppe Giansiracusa, 52 anni, riconfermato alla guida della Flaei Cisl Ragusa Siracusa, la federazione che riunisce i lavoratori del settore elettrico.

Giansiracusa è stato eletto questa mattina al termine del Congresso convocato alla presenza del segretario generale di categoria, Vincenzo Asaro e del segretario territoriale della UST Ragusa Siracusa, Emanuele D’Ignoti Parenti, e del segretario Flaei Sicilia, Gaetano Montagnino.

Ad affiancare Giansiracusa sarà Emanuele Guastella, confermato come referente del presidio di Ragusa.

Molti i temi al centro dei lavori. Dalla necessità di uno strategico piano energetico nazionale, all’esigenza di mantenere i posti di lavoro sul nostro territorio, alle nuove possibilità da sfruttare grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza.

“Il problema principale nell’area Ragusa Siracusa è quello della carenza di personale – ha sottolineato Giansiracusa – Mancano le assunzioni necessarie a gestire un territorio dove la rete non è gestibile al meglio. È difficile garantire velocità di intervento quando, purtroppo, gli eventi metereologici che stanno affliggendo questa parte di Sicilia provocano danni.  Serve personale per riuscire a rienergizzare tutte le linee elettriche che subiscono queste interruzioni importanti. Il resto diventa corollario – conclude il segretario generale della Flaei Ragusa Siracusa – Se non c’è personale non possiamo parlare di produzione.”

“Parliamo di una infrastruttura immateriale fondamentale per tutti gli ambiti economici, dal più grande al più piccolo – ha aggiunto D’Ignoti Parenti – La rete elettrica ha necessità di essere riammodernata per dare ulteriori strumenti di crescita alle aziende e, quindi, all’occupazione. Guardiamo ai fondi europei, ma facciamolo con estrema convinzione e con progetti di rilancio immediati.”

“L’energia elettrica in Sicilia è caratterizzata da una scarsa efficienza degli impianti – ha sottolineato Asaro – Rispetto al resto d’Italia, purtroppo, il servizio elettrico fornito non è il massimo proprio perché c’è l’esigenza di riammodernare la rete. Il Pnrr rappresenta, in tal senso, una grande opportunità – ha aggiunto il segretario generale della Flaei siciliana – Il settore verrà interessato da una mole di investimenti che ridisegnerà sicuramente la qualità della distribuzione elettrica dell’isola. Per noi sindacato, a questo punto, è fondamentale che vengano fatte le opportune assunzioni nelle aziende elettriche. L’auspicio è che le maggiori aziende, E-distribuzione e Terna su tutte, – ha concluso Asaro – imbocchino questa direzione e, soprattutto, che questo percorso sia gestito con una contrattazione seria e di merito con il sindacato. Tutto questo nell’interesse del paese e della nostra regione”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo