In tendenza

“Identità ed emozioni in transito”: quinto evento social per il Siracusa Pride 2020

In diretta Facebook per il Siracusa Pride 2020 con le giornaliste Nadia Germano e Alessia Zeferino

“Identità ed emozioni in transito” è questo il titolo del quinto appuntamento, venerdì 20 novembre alle 21.30, in diretta Facebook per il Siracusa Pride 2020 con le giornaliste Nadia Germano e Alessia Zeferino.

Una data, quella del 20 novembre che tutta la comunità Lgbt non dimentica e non dimenticherà mai e che dal 1999 viene celebrata in oltre venti paesi per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio verso le persone transgender.

Il quinto appuntamento del Siracusa Pride 2020, infatti, si svolgerà proprio in occasione del TDoR (Giornata Internazionale dedicata alle vittime transfobia).

Ospiti dell’evento, costretto a diventare social per via del Covid-19, saranno l’attivista transgender Francesco Brodolini, la psicologa e psicoterapeuta, presidente dell’Associazione REA (Rete Empowerment Attiva) Maria Vittoria Zaccagnini, la presidente di Arcigay Siracusa Lucia Scale ed il presidente di Stonewall Siracusa Alessandro Bottaro.

Sin dal giorno in cui nasce – dice il presidente di Stonewall Siracusa, Alessandro Bottaro – ogni essere umano impegna tutta la sua esistenza a costruire la sua identità, fisica, psicologica e sociale spendendo tutte le energie possibili affinché il “vestito” che indossa sia idealmente consono a ciò che la sua interiorità ambisce. Le aspettative sociali, familiari ed i rigidi canoni binari non aiutano questi percorsi di crescita, anzi, troppe volte spingono le persone LGBT+ e le persone transgender in particolare, all’isolamento, al silenzio ed all’invisibilità, pena il discrimine, il bullismo e sovente le violenze che tutt’oggi si registrano quotidianamente in Italia e che vengono prese in carico dalle associazioni con la corretta informazione e il sostegno per affermare la propria identità”.

Per troppo tempo le persone transgender – dice la presidente di Arcigay Siracusa, Lucia Scala – sono state considerate gli outsider di ogni categoria sociale ritrovandosi quasi impossibilitate a vivere in un corpo che non è il proprio il costante pregiudizio esterno.

Nel quadro generale europeo, l’Italia è ancora troppo indietro rispetto ad altri Paesi membri dove alle persone transessuali vengono riconosciuti maggiori diritti. E guardando all’ostruzionismo che la legge Zan, adesso approvata in parlamento con 265 voti favorevoli, 193 contrari ed un astenuto, contro l’omolesbobitransfobia è stata a lungo tempo ostacolata.

Il Siracusa Pride 2020 è organizzato da Arcigay Siracusa e Stonewall in collaborazione con Amnesty International – Gruppo Italia 85, Arci, Arciragazzi Siracusa 2.0, Ass. Culturale A Bedda Sicilia, Astrea in memoria di Stefano Biondo, Centro Antiviolenza Ipazia, Cgil, Cobas Scuola Siracusa, Giosef Siracusa, No all’Odio – Movimento di contrasto ai discorsi d’odio, Rea – Rete Emporwerment Attiva, Rete Degli Studenti Medi, Uil, Unione Degli Studenti Siracusa e Zuimama Arciragazzi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo